Macerata, c'è un quarto indagato: cambio in Questura, c'è Pignataro

12 Febbraio, 2018, 16:09 | Autore: Alighiero Casassa
  • Il questore uscente di Macerata Vincenzo Vuono

"Ufficialmente lo spiegano come" una normale attività di avvicendamento di incarichi" ma la rimozione del questore Vincenzo Vuono da Macerata, come riporta il Resto del Carlino, potrebbe assumere un significato molto differente dopo l'omicidio di Pamela Mastropietro e l'ok alla manifestazione di sabato. L'attuale questore viene trasferito a Roma, mentre Pignataro è attualmente il direttore della seconda sezione della Direzione Antidroga. Ma dai vertici fanno sapere che si tratta di un normale avvicendamento che rientra in più ampio movimento di dirigenti e prefetti. Al suo posto arriva Antonio Pignataro.

Vuono rientrerà al Dipartimento di pubblica sicurezza con l'incarico di studio, ricerca e analisi. Annamaria Di Paolo viene nominata reggente della Scuola superiore di Polizia e lascia l'incarico di direttore dell'Ufficio relazioni esterne e cerimoniale. Vincenzo Vuono si erainsediato a Macerata soltanto tre mesi fa, il 20 novembre, proveniente dalla questura di Isernia. L'ex questore della cittadina marchigiana ha iniziato la sua carriera a Bolzano anche se il clou della sua carriera si è svolto a Roma dove dal 1995 al 2012 ha diretto tre commissariati a Roma (Borgo, Primavalle e Salario-Parioli), oltre che quelli di Tivoli e Ostia. E il nuovo posto sarà immediatamente "operativo".