Casa » Sport

Pyeongchang, Windisch: "Il bronzo mi ripaga di una vita di sconfitte"

11 Febbraio, 2018, 15:24 | Autore: Lucilla Lucia
  • Dominik Windisch biatleta altoatesino primo medagliato azzurro

Felice e incredulo Dominik Windisch dopo aver ottenuto il bronzo nella 10 km sprint di biathlon: questo terzo posto alle Olimpiadi "mi ripaga di tantissime sconfitte".

Il bronzo di Windisch non era una delle medaglie previste e proprio per questo è ancora più dolce: gli azzurri nel biathlon festeggiano un grandissimo risultato, a distanza di vent'anni dall'ultima medaglia olimpica nell'individuale (si tratta dell'argento di Pieralberto Carrera a Nagano 1998). La sua è stata una prova eccezionale, specie nella prova sugli sci, pur avendo recuperato una penalità al poligono: 23.46.5 il tempo finale di Windisch ad appena 7 decimi dal vincitore della medaglia d'oro Arnd Peiffer.

Prima medaglia per l'Italia alle Olimpiadi di Pyeongchang. 50esimo e 51esimo Giuseppe Montello e Thomas Bormolini. "Quando ho sbagliato l'ultimo tiro ho pensato: 'Non e' possibile.l'avevo visto bene'. E io che pensavo di aver perso l'occasione di una vita.!". Poi quasi spaventato ho detto: 'No, adesso ho perso la possibilità della mia vita'.

Grazie a questo bronzo, Windisch si candida ad una medaglia anche nella gara di inseguimento di lunedì, alle 13 ora italiana.

Arrivano i fuochi d'artificio dall'Alpensia Biathlon Centre per la Sprint maschile: spettacolo pirotecnico acceso dall'inattesa uscita di scena dalla lotta per le medaglie per gli errori, ben tre, di Johannes Boe e Martin Fourcade, grandi protagonisti stagionali, al primo poligono con l'aggravante per il francese di essersi presentato sulla linea di partenza sapendo dei disastri del rivale. Ai microfoni Rai l'atleta azzurro, già bronzo a Sochi ma nella staffetta, dice: "ho cercato di dare il meglio, di stare tranquillo". Una famiglia di biathleti quella dei Windisch: "Ero il fratello meno bravo".