Casa » Sport

Napoli-Lazio: Sarri recupera Mertens. Continua il duello con la Juve

11 Febbraio, 2018, 03:45 | Autore: Lucilla Lucia
  • Gerson Roma

Parolo, a segno nell'ultimo turno di campionato, ha mezzo lo zampino in 10 gol finora (quattro reti, sei assist): aveva partecipato attivamente a nove marcature in totale nella stagione 2015/16 e 2016/17 (otto gol e un assist). Lo scudetto è un affare esclusivo tra bianconeri e azzurri. "Poi nel 2° tempo l'obiettivo era tornare ad un palleggio veloce che faceva venire meno la loro fisicità e lo abbiamo fatto bene". Fondamentale poi sarà la marcatura di Luis Alberto che gioca tra le linee e troverà in prima battuta un centrocampista e in seconda un difensore centrale tra Koulibaly e Chiriches. Il più pericoloso è sempre Zielinski che impegna Strakosha con una botta da fuori. Più specificatamente, la squadra azzurra [VIDEO] ha battuto 4-1 i biancocelesti e, in tal modo, ha confermato e rafforzato la propria posizione di indiscussa capolista della serie A. Per la squadra biancoceleste, la sconfitta rappresenta un nuovo ed ennesimo passo falso e ora la stessa Lazio teme di perdere il 4° posto. Il Napoli, per vincere, dovrà quindi sfoderare una prestazione di livello. Una delle migliori Lazio, trascinata da un Milinkovic Savic in grande spolvero. A chiudere il sabato di Serie A, il match clou tra Napoli e Lazio: su Stanleybet.it i partenopei sono dati come assoluti favoriti a quota 1.65, mentre i biancocelesti – apparsi in difficoltà nelle ultime uscite – seguono a 5.00. Nella ripresa soliloquio partenopeo che dilaga grazie all'autorete di Wallace e le reti di Zieliński e Mertens. Il dato più importante della serata è quello delle rimonte stagionali: sono otto, in totale, e due di queste contro la Lazio. Una squadra che finora ha dimostrato di meritare un posto in Champions ed è riuscita a piazzare l'impresa a Torino vincendo contro la Juve.

Simone Inzaghi ritiene che la Lazio contro il Milan meritasse due vittorie, lo disse chiaramente nei due post-partita. Il tecnico toscano arriva a 1,97 gol a partita (270 totali in 137 gare) compreso il periodo precedente di Empoli, dove lo seguiva Mario Cecchi, ex tecnico della Primavera toscana, ora collaboratore di Inzaghi.

ECCO MAZZARRI - Veniamo poi alla 25a giornata di A, altro snodo decisivo: il Napoli sarà impegnato in casa con la Spal, match sulla carta abbordabile, mentre la Juventus avrà il derby con il Torino di Mazzarri (assente causa squalifica di due giornate). Ci ha rallentato nel percorso ma con molta lucidità sappiamo che andremo ad affrontare la prima in classifica e andremo a giocarci la nostra partita.