Novellino: "Contro il Cesena con umiltà. Non ci servono professori…"

09 Febbraio, 2018, 21:23 | Autore: Minervina Schirripa
  • Avellino, Novellino: “Non voglio professori in campo. Cesena squadra esperta e temibile”

Di professori non abbiamo bisogno, li accantoniamo. Lo spirito deve essere battagliero, il carattere deve essere degno della nostra fama di "lupi". "Se non stiamo attenti possono metterci in difficoltà".

Sul "caso Molina": " Allenatori in campo non ne vogliamo, c'è n'è già uno in panchina esperto e bravo. Non posso più tenerle aperte perché devo allenare i miei giocatori in un determinato modo. Devo far punti, guardo il mio lavoro. "La società comanda, ma in campo comando io, voglio precisare questo". Molina non è stato mandato a quel paese, è stato fatto accomodare fuori.

Tra Foggia e Cesena: "Voglia di riscatto dopo Foggia, una partita che abbiamo reglato noi".

LA GESTIONE DEL GRUPPO - "Gestisco il gruppo e lo so gestire". La sua mano si vede.

Il tecnico di Montemarano ritrova l'attaccante Matteo Ardemagni, che non scende in campo dal 28 dicembre scorso, quando l'Avellino ha battuto 2-1 la Ternana. L'ho visto con appeal diverso sui problemi fisici, nonostante l'ulteriore problema ai denti. Le assenze le conoscete.

LA CONDIZIONE DI CABEZAS - "Cabezas lo stiamo recuperando sotto l'aspetto fisico". Oggi è convocato, vedremo domani. Mi rammarica il forfait di Gavazzi perché mi piace giocare col sottopunta. "Ma domani voglio una squadra consapevole delle proprie forze". Rizzato a Foggia non era pronto: lo valutiamo domani mattina ma potrei schierare anche Falasco.

Classifica: "A me piacciono i fatti, le chiacchiere stanno a zero".

SUAGHER TORNA DA EX - "E' stata una scelta della società che ha deciso di puntare di più su Kresic". È un bravissimo ragazzo che si è sempre comportato bene. IIl discorso è molto semplice: "avevamo a disposizione due centrali dell'Atalanta, loro ci hanno chiesto di sceglierne uno e abbiamo trattenuto quello più giovane".