Siracusa, sciopero al "Quintiliano" dopo il cedimento di un tetto

14 Gennaio, 2018, 00:20 | Autore: Minervina Schirripa
  • Siracusa secondo giorno di protesta al Quintiliano Vinciullo

"Poteva andare molto peggio", il preside Giuseppe Mammano del liceo polivalente Quintiliano di Siracusa non usa mezzi termini e non vuole nascondere la polvere sotto al tappeto.

I vigili del fuoco hanno verificato le condizioni del solaio e messo in sicurezza l'aula. Una soluzione temporanea potrebbe essere il "Gagini", oppure l'utilizzo parziale dei locali dell'"Einaudi", considerato che sta per trasferirsi nella nuova sede di contrada Pizzuta. Gli studenti prima di rientrare nelle classi attendono la risposta di Giovanni Arnone.

"Il diritto allo studio declina le sue fattispecie nella puntuale manutenzione dei cervelli e dei luoghi in cui questi hanno il dovere e il diritto di crescere e maturare. Auguriamo - concludono Auteri e Maiolino - il meglio al personale docente ed Ata, agli studenti e alle famiglie del Liceo Quintiliano che sicuramente rappresenta una delle eccellenze in campo dell'istruzione non solo in città ma per l'intera provincia". Non i ragazzi, che sono vittime, o i loro genitori o tutori. A distanza di quasi 24 ore dalla caduta di calcinacci che hanno colpito, ferendo lievemente, due giovani studentesse in aula il dirigente scolastico è ancora - legittimamente - arrabbiato.