Casa » Sport

La Serie C spinge Gravina alla presidenza della FIGC

14 Gennaio, 2018, 15:45 | Autore: Lucilla Lucia
  • IVALDI “torno da Roma con la certezza che la LND è compatta”

"È l'espressione forse migliore di un calcio vissuto a 360 gradi in tutte le categorie, con un ottimo bagaglio culturale e di conoscenza della federazione".

Era nell'aria ed è stato da poco ufficializzato: il candidato per la Lega Nazionale Dilettanti alla presidenza della FIGC sarà Cosimo Sibilia.

"Oggi Gravina rappresenta la Lega Pro, in questo percorso difficile di pochi mesi dalle dimissioni di Tavecchio ha inteso condividere un percorso soprattutto culturale - fa notare Ortolano - Mi sembra che questi messaggi fino a oggi non siano stati raccolti, neanche dalla componente alleata dei calciatori che ha inteso portare avanti la candidatura di Damiano Tommasi, questo è stato un momento di rottura". "Il nostro presidente, Cosimo Sibilia (anch'egli possibile candidato, ndr), cui l'Abruzzo è legato anche come appartenenza - prosegue - sta cercando una sinergia per arrivare a un'elezione in cui ci sia la più grande rappresentatività". L'incontro si è svolto presso l'Holiday Inn di Roma. "Nelle prossime ore ho intenzione di completarla e presentare così la mia candidatura in maniera completa".

"Ieri sono andato a Milano per essere audito dalla Lega di A. Pensavo che nel pomeriggio esprimessero una candidatura o condividessero il candidato di un'altra componente, invece rimango senza parole". Il senatore uscente di Forza Italia il 29 Gennaio, con il 34% della Lnd, sfiderà Tommasi e forse Gravina per la presidenza della Figc. Si tratta dl figlio dell'indimenticato Artemio, che ha dato vita all'omonima fondazione intitolata al padre per la promozione della cultura sportiva, si tratta di un ritorno nel calcio avendo fatto parte dal 1998 al 2000 del Consiglio direttivo del Settore giovanile scolastico nazionale Figc.