Papa: in diretta su Tv2000 il viaggio in Cile e Perù

13 Gennaio, 2018, 02:39 | Autore: Sofia Staffieri
  • Attentati nelle chiese in Cile/ Papa Francesco, minacce prima del suo arrivo: Parolin, “viaggio non semplice”

Lunedì 22, concludono la maratona di Tv2000 la conferenza stampa di Papa Francesco sul volo di ritorno dal viaggio apostolico, trasmessa alle 16 all'interno dello speciale del 'Diario di Papa Francesco'; e l " instant film' che ripropone le immagini, i discorsi e gli incontri più belli di Francesco, alle 22.50.

Il governo ha annunciato che farà causa a tutti i responsabili degli attacchi. Probabilmente si tratta di alcuni gruppi che hanno agito individualmente. A questi atti violenti sono stati diffusi dei volantini contro la visita papale. Una serie di attacchi in serie che ha messo in ginocchio Santhiago del Cile e che la presidente Michelle Bachelet definisce come "molto strani". Poi lasciano messaggi dicendo cose brutte. "Questa associazione costante - evidenzia - ha generato molte confusioni e deplorevoli distorsioni della sua figura e delle sue parole che arrivano fino all'offesa e alla diffamazione".

Nel frattempo un gruppo di manifestanti, capeggiati dall'ex candidata presidenziale Roxana Miranda, ha occupato oggi la sede della nunziatura apostolica nella capitale cilena.

Sul suo profilo Twitter, Miranda ha pubblicato un video in cui si vede come agenti delle forze di sicurezza cilene sono entrati nella sede della Nunziatura, malgrado i manifestanti abbiano cercato di impedire l'accesso.

In questo caso la protesta è più che altro contro i milioni che si stanno spendendo per la visita del Santo Padre. Mezz'ora dopo, un nuovo messaggio ha informato che i manifestanti sono ora detenuti in un ufficio dei carabinieri cileni nel quartiere di Providencia: il loro slogan, "i soldi del fisco se li porta via Francisco". Noi sappiamo che l'amore di Cristo supera tutto e arriva a tutti e siamo animati da una grandissima speranza e da una grandissima fiducia.

A dirsi addolorati che il viaggio del Papa in America Latina tocchi solo Perù e Cile, sono stati i vescovi argentini.

"È difficile per gli argentini accettare questo fatto, ma dobbiamo avere fiducia che appena potrà verrà in Argentina, avremo la sua presenza e la sua parola", ha detto Oesterheld. "Per l'Argentina, deve essere una fonte di orgoglio e di incontro, siamo tutti chiamati a vivere il Vangelo, e il Papa lo vive", ha concluso Olivera.