Missionario Biagio Conte dorme in strada per solidarietà a sfrattati

12 Gennaio, 2018, 21:18 | Autore: Alighiero Casassa

Il missionario laico Biagio Conte, senza dire niente ai "fratelli", ieri sera si è allontanato dalla Missione 'Speranza e Carità' di Palermo ed ha dormito sotto i portici delle Poste centrali di via Roma, dove ha ricavato un giaciglio con cartoni e dove stamane lo hanno trovato i suoi collaboratori, che spiegano in un post di Facebook sul profilo "Pace e Speranza - Fratel Biagio", quanto accaduto. Conte, che da mercoledì notte dorme sotto i portici della posta centrale di via Roma a Palermo, ha scritto una lettera alla città con la quale invita a non essere distaccati verso i bisogni degli ultimi perché l'indifferenza può uccidere. "Chiedo che ognuno faccia la sua parte, non possiamo rimanere al caldo quando c'è chi fuori muore, tutti insieme dobbiamo fare qualcosa per fare fronte a questi nuovi poveri, famiglie sfrattate, persone che non hanno più un lavoro". "Abbiamo il dovere di rispondere". Poi un appello rivolto "a tutte le città e a tutte le Regioni d'Italia". "Vivo un profondo disagio: non riesco a essere tranquillo, non dormo e non riesco nemmeno a mangiare, sapendo che ancora ad oggi tante persone vivono per strada". In questa società ancora tanti non hanno un tetto, una casa, un lavoro, una vita dignitosa.

L'appello di Biagio Conte richiama le Istituzioni alle proprie responsabilità. "E' urgentissimo rispondere ai bisogni della gente".