Incidente all'Ast, dopo mesi di agonia Gianluca è morto

12 Gennaio, 2018, 20:36 | Autore: Minervina Schirripa
  • ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE

Da allora la vita di Gianluca è rimasta appesa a un filo. Dopo sei mesi di ricovero, prima nel reparto di Rianimazione del Santa Maria di Terni e poi in una struttura specializzata di Foligno, le sue condizioni si erano aggravate alla vigilia di Natale, tanto da rendere necessario di nuovo il trasferimento in ospedale.

Pm chiede autopsia La salma di Menichino è a disposizione dell'autorità giudiziaria, con il sostituto procuratore Tullio Cicoria che, su istanza del legale della famiglia Menichino, l'avvocato Marco Tudisco, ha richiesto al gip Tordelli di autorizzare, con la formula dell'incidente probatorio, l'autopsia sul corpo dell'operaio per collegarne la morte alle lesioni riportate a seguito dell'infortunio sul lavoro: Gianluca è stato sottoposto a interventi salvavita nell'ospedale di Terni, poi è stato trasferito a Foligno in una clinica riabilitativa e gli ultimi tre giorni della sua vita li ha trascorsi in Rianimazione, all'ospedale di Branca dove si è spento martedì mattina. Purtroppo i sei mesi di sofferenza e speranza non sono approdati all'esito che tutta la città avrebbe voluto, quello della ripresa di un giovane dedito al lavoro e alla famiglia, amato da tanti amici.

Immediato e sincero il cordoglio di politica e istituzioni. "Ci stringiamo ai familiari - hanno affermato - rinnovando il nostro impegno a mettere in atto un'azione ancora più forte e diffusa per la sicurezza nei luoghi di lavoro". "Faccio le mie più sentite condoglianze alla famiglia e agli amici di Gianluca Menichino", ha scritto Fiorini in una nota.

La presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini e il vicepresidente e assessore allo Sviluppo economico Fabio Paparelli esprimono "cordoglio e vicinanza a familiari e colleghi" dopo aver appreso "con dolore" della morte di Gianluca Menichino, l'operaio ternano che nel luglio scorso era rimasto ferito in un infortunio sul lavoro alle Acciaierie di Terni.

Cordoglio ovviamente anche dalle segreterie provinciali dei sindacati Fim, Fiom, Uilm, Fismic e Ugl: "in questa tragica giornata si uniscono al dolore dei famigliari di Gianluca Menichino sapendo che ogni parola è superflua a colmare il vuoto che lascia il collega e amico Gianluca".