Gori: "L'avversario è sceso dal ring"

12 Gennaio, 2018, 16:34 | Autore: Alighiero Casassa
  • Maroni, il centrosinistra esulta:

Dietro ai "motivi personali" ci sono tutti i fallimenti della sua giunta: 5 anni di ordinaria amministrazione costellata da mancanze e scivoloni - dagli sprechi del referendum, al telefono antigender, senza tralasciare i continui errori in ambito sanitario e ambientale, giusto per citare i più recenti. E sostiene che dopo la sua rinuncia la Regione Lombardia non diventa più contendibile per il centrosinistra: "Non posso pensare che in regione Lombardia si pensi che Maroni sia unico e che oltre a lui nel centrodestra non ci sia nessun altro in grado di vincere. Così facendo penso che molte persone, che oggi sono contro gli immigrati, diventerebbero disponibili ad accoglierli e a favorire l'integrazione di chi dimostra di aver voglia di rispettare le leggi".

Il Partito Democratico ci crede lo stesso. Partita aperta secondo Matteo Renzi: "La sfida forse non è mai stata così alla portata". Occorre far in modo che possano spendere il loro tempo nello studio della lingua e nell'imparare una professione per poi svolgerla. Dal Pd arriva l'invito a Liberi e Uguali guidato da Libero Grasso di sostenere Gori. In questi mesi, ogni giorno, ho lavorato sul nostro progetto, mi sono preparato, ho studiato, immaginando di dovermi confrontare con lui. "Non mi ricandido e non voglio fare il ministro". Così su Facebook il segretario metropolitano del PD, Pietro Bussolati, commenta l'eventualità che Maroni non si ricandidi alla poltrona di Governatore della Lombardia. Lo slogan di Gori già comparso su numerosi cartelloni in giro per Milano e per la Lombardia è "Fare, meglio".