Di Maio e il congiuntivo, altro scivolone: 'Sempre detto che volessimo'

12 Gennaio, 2018, 21:27 | Autore: Adone Liotta
  • Di Maio e il congiuntivo altro scivolone ‘Sempre detto che volessimo

A firmare l'assegno è stata Francesca Frediani, accompagnata dai suoi colleghi e da un ospite illustre: il candidato premier Luigi Di Maio. Intervistato ieri sera dalla trasmissione 'Primo Canale', Di Maio affronta il tema di un'eventuale consultazione per uscire dall'euro. Alla domanda di Andrea Scuderi, giornalista della tv genovese Primocanale, il candidato premier M5s risponde così:"Io credo che l'euro si viva come una partita di calcio: sei contro o a favore di quella squadra? Noi non siamo cambiati, siamo convinti che la politica possa farsi in maniera diversa e siamo sempre convinti di poter cambiare il modo di fare politica in questo paese, prima che la politica cambi noi".

"Sappiamo che il presidente del consiglio Renzi prima di mandare sul lastrico decine di migliaia di risparmiatori che avevano i loro risparmi in banca e li hanno visti azzerati ha chiamato un imprenditore, De Benedetti, dicendo che avrebbe fatto un decreto". "Presto Di Maio proporrà di abolire pure il congiuntivo.", scrive Vito su Twitter con l'hashtag #aboliamoqualcosa. Il riferimento è al topic lanciato sui social e divenuto virale in poche ore dopo che lo stesso Di Maio ha proposto una pioggia di abolizioni: ben 400 leggi da cassare e persino un sito www.leggidaabolire.it nel quale ci si prepara ad un lungo elenco di leggi a cui dare battaglia.