Casa » Sport

Cutrone, parla il padre: "L'Inter? Nessun rimpianto"

12 Gennaio, 2018, 16:30 | Autore: Lucilla Lucia
  • Cutrone

Il padre Pasquale, ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, è tornato sull'argomento commentando anche un retroscena di mercato tra le due milanesi quando gli viene chiesto se ha rimpianti per il fatto che il Milan lo strappò all'Inter: "Nessun rimpianto e nessuna polemica - dice -, semplicemente il Milan è stato più deciso". "Non me l'aspettavo a inizio stagione ma io in questi mesi ho lavorato in ogni allenamento per mettere in difficoltà il mister".

" Il ricordo più bello di questi mesi al Milan?". Quella che ora è pronta a premiare ulteriormente il suo lavoro e a blindarlo con un nuovo rinnovo: a maggio era arrivato il primo contratto da giocatore della prima squadra, a settembre un piccolo adeguamento, presto ne dovrebbe arrivare un altro per migliorare il suo ingaggio e ribadire un concetto. "Continuavo a ripensare all'azione del gol e all'esultanza per me è stata un'emozione indescrivibile". Come me hanno fatto tanti sacrifici.

Abbiati lo ha accostato a Filippo Inzaghi, ma Cutrone vuole tenere i piedi per terra. Inzaghi mi piaceva tantissimo da bambino, soprattutto per la voglia di fare gol e di non mollare mai.

Passare da promessa del settore giovanile a vero e proprio eroe e simbolo del club: si può, chiedere a Patrick Cutrone che da oggi non è più un teenager. "Sarebbe un sogno riuscire a ricalcare la sua carriera". Il mister è un grande allenatore, ci stimola tanto e vuole che facciamo gruppo perché l'unione è alla base di tutto. Il ruolo in cui mi esprimo meglio? "Pur di indossare la maglia rossonera andrebbe bene anche la porta, ma il mio ruolo preferito è quello della punta centrale".