E dopo quella sui sacchetti arriva anche la tassa sulla plastica

11 Gennaio, 2018, 21:27 | Autore: Sofia Staffieri
  • Tasse l'Europa pronta a annunciare un balzello sulla plastica

Oggi molti dei rifiuti degli imballaggi in plastica sono, per tradizione, portati su mercati esteri, Cina in primis, per il recupero delle materie prime seconde e il processamento. Ciò che è certo è questa proposta viene direttamente dall'Europa. "Ecco perché ci sarà una tassa sulla plastica".

La nuova tassa sulla plastica è prevista allo scopo di ridurre - a livello globale - i consumi della plastica inquinante. Ma un'altra tassa - sugli imballaggi di plastica - stavolta sì voluta da Bruxelles, potrebbe essere dietro l'angolo.

Una tassa sulla plastica per reperire risorse da destinare al bilancio europeo: è l'idea che la Commissione Ue presenterà la prossima settimana, secondo quanto ha annunciato dal commissario al bilancio Gunter Oettinger. Ancora non si conosce la risposta.

Ma su un punto chiave Oettingher non ha dato spiegazioni, ovvero se la tassa la pagheranno i produttori o i consumatori, limitandosi a dichiarare: "Dobbiamo comprendere come ridurre la quantità generale di plastica, se partiamo dalla fabbricazione o alla fine della catena di consumo". Bruxelles sta ancora decidendo se il balzello andrà a colpire le componenti che si usano per produrla e se ci saranno esenzioni per i prodotti di uso più comune, ma la stangata sui consumatori finali, sui quali la tassa sarà sicuramente scaricata, è pressochè assicurata.

Si tratta di una 'strategia europea sulle plastiche', nell'ambito della politica per lo sviluppo di un'economia 'circolare' sostenibile e rispettosa dell'ambiente.

Dal 1° gennaio Pechino ha chiuso il mercato alla plastica da riciclare, fra cui quasi 3 milioni di tonnellate all'anno provenienti dall'Unione europea. "Noi produciamo e utilizziamo troppa plastica", ha insistito il Commissario, "nonostante il riciclaggio questa plastica finisce nei rifiuti, nell'interesse dei mari, degli animali, dei pesci e dei mammiferi, nell'interesse dei nostri paesaggi dobbiamo ridurre la quantità di plastica utilizzata".