Condannato a 2 anni ex sindaco PD Ignazio Marino

11 Gennaio, 2018, 21:19 | Autore: Sofia Staffieri
  • Roma-Ignazio Marino ex sindaco della Capitale condannato a 2 anni per peculato

A Marino è stata comminata anche l'interdizione temporanea dai pubblici uffici. In primo grado era stato assolto.

Mentre i reati per i quali é stato condannato sono peculato e falso.

Soprattutto ci si riferisce a cene pagate a spese del Comune per un totale di 13 mila euro a cui avevano partecipato amici e parenti. Il giudice sottolineò che Marino non aveva commesso alcun reato, ma da parte sua c'era stata "imprecisione e superficialità".

Almeno la metà delle cene erano al di fuori degli ambiti istituzionali, almeno alla metà delle stesse partecipò anche la signora Marino. L'ex primo cittadino in primo grado era stato assolto. L'emersione del caso scontrini aveva portato alla rottura finale dei già precari equilibri tra Marino, allora membro del Pd, e la sua maggioranza guidata proprio dai Dem.

La corte d'appello ha confermato l'assoluzione dall'accusa di truffa Marino ha lasciato la corte d'Appello di Roma senza rilasciare dichiarazioni accompagnato dal suo avvocato difensore Enzo Musco. Per il penalista "si ha l'impressione, leggendo l'atto di appello, che la procura consideri il sindaco della Capitale d'Italia, una sorta burocrate che lavora a tempo per cene".

"La corte di Appello di Roma oggi condanna l'intera attività di rappresentanza del sindaco della Città Eterna". Un dato che contrasta con la più ovvia realtà e la logica più elementare - dice Marino -. "Non posso esimermi dal rilevare come questa condanna condizioni la formazione delle liste per le imminenti elezioni politiche e quindi i relativi risultati", conclude il legale. "Sono amareggiato anche se tranquillo con la mia coscienza - prosegue - perché so di non aver mai speso 1 euro pubblico per fini privati". "Con lo Studio Musco continuerò la mia battaglia per la verità e la giustizia in Cassazione".