Alitalia, Lufthansa chiede "significativi tagli al personale" prima dell'accordo

11 Gennaio, 2018, 21:24 | Autore: Sofia Staffieri

Queste sono le condizioni scritte da Carsten Spohr, l'amministratore delegato della #Lufthansa, in una lettera inviata al ministro italiano dell'economia e sviluppo Carlo Calenda.

Torino - Lufthansa chiede "tagli significativi" per Alitalia prima che si possa arrivare a un accordo per la cessione del gruppo: la "New Alitalia" sarà insomma più piccola in termini di staff e flotta.

Lufthansa chiede inoltre che la ristrutturazione deve avvenire prima dell'effettiva cessione, dovrà essere a carico dell'amministrazione straordinaria la quale dovrà provvedere quanto prima se vorrà avere la Lufthansa come relatore unico.

"Pur riconoscendo le preziose misure adottate fino ad oggi sotto la guida dei commissari, crediamo fermamente che resti una considerevole mole di lavoro da fare prima che Lufthansa sia nella posizione per entrare interamente nella successiva fase del processo".

Critici i sindacati. "La ristrutturazione chiesta da Lufthansa è importante". La compagnia low cost inglese avrebbe a sua volta abbandonato il fondo Cerberus che a questo punto si troverebbe senza una sponda europea.

"Altresì ci auguriamo che il Governo farà meglio comprendere che acquistare una parte delle quote della nostra compagnia aerea è sicuramente una grande opportunità di crescita e sviluppo per tutti, che non può essere ricondotta a una mera operazione speculativa", conclude Fiorentino. Come successo con Air Berlin: a metà agosto aveva notificato alla Ue il prestito ponte da 150 milioni, a cui Bruxelles ha dato il via libera a settembre.