Polizia postale: in un anno 24 arresti e 673 denunce

08 Gennaio, 2018, 17:52 | Autore: Minervina Schirripa
  • Postale

Sono solo alcuni dati dell'attività 2017 della Polizia postale e delle Comunicazioni che sul fronte della pedopornografia ha arrestato 55 persone denunciandone altre 595.

Tra le rilevanti attività della polizia postale e delle comunicazioni nel 2017 si annovera anche la partecipazione alla "Cabina di Regia", giunta alla sua seconda edizione.

L'attività in materia di reati contro la persona compiuti attraverso l'utilizzo della rete internet, ha visto il contrasto di diffamazione, cyberstalking, trattamento illecito di dati personali, sostituzione di persona, per i quali sono state denunciate complessivamente 28 persone. Di particolare interesse le indagini avviate a seguito delle segnalazioni dei genitori come l'operazione "12 Apostoli" dello scorso 2 agosto, quando sono state arrestate quattro persone accusate di associazione a delinquere finalizzata alla violenza sessuale aggravata ai danni di minori.

Attacchi hacker Sono stati 140 gli alert/segnalazioni diramate dal Compartimento ad enti del territorio e riguardanti vulnerabilità riscontrate su sistemi informatici/telematici o per minacce degli stessi. Nel corso di tutto il 2017 il compartimento della polizia postale della Sicilia orientale ha proseguito la predisposizione e la stipula di specifici protocolli con strutture sensibili di rilevanza locale, sia pubbliche che private, per garantire un sistema di sicurezza informatica capillare. Controlli particolari sono stati effettuati per proteggere le reti e gli utenti dalle sempre più evolute tecniche di hackeraggio, che attraverso l'utilizzo di malware che ampliano a dismisura i soggetti attaccati, soprattutto nell'ambito delle transazione commerciali. Nonostante la difficoltà operativa di bloccare e recuperare le somme frodate, soprattutto perché inviate verso paesi extraeuropei (Cina, Taiwan, Hong Kong, Nigeria), la polizia postale ha potuto bloccare alla fonte, su una movimentazione di 340 mila euro, ben 112.196 euro e di recuperarne 70.341.

Nell'ambito della pedopornografia online 87 persone sono state denunciate in stato di libertà.

Cyberterrorismo Spicca l'operazione antiterrorismo denominata "Da'Wa" coordinata dalla procura di Perugia che ha portato all'arresto di 4 persone, tre tunisini e un marocchino, che facevano proselitismo sul web, e ha consentito di emettere tre provvedimenti di espulsione. Il compartimento della polizia postale della Sicilia orientale ha monitorato circa 1.520 spazi web e rimosso diversi contenuti.