Casa » Sport

Spalletti: ''Non abbiamo 40 milioni per il mercato''

06 Gennaio, 2018, 13:15 | Autore: Lucilla Lucia
  • Inter, Spalletti:

Noi abbiamo bisogno di tutte le qualità di tutti i calciatori, non possiamo permetterci di lasciare gente in giro per il campo a pascolare. Ha le sue caratteristiche, le sue qualità, qualche difetto come tutti ma poi nell'area di rigore ci siamo andati anche con i centrocampisti, a me non sembrano i numeri dell'Inter molto distanti da quelli di altre squadre, anzi, mi sembrano migliori di tante. "Napoli e Juve sono più forti, con le altre siamo lì, ce la stiamo giocando". Domenica ha attaccato forte la linea difensiva, ha pressato bene, ha fatto recuperare palloni.

ANCORA SUL MERCATO. "Non abbiamo possibilità di alibi: non dobbiamo piangere perché quelli che piangono non raggiungono obiettivi". Se avessimo fatto gol nelle due occasioni in cui ci siamo imbucati potevamo portarla a casa, ma non ci siamo riusciti e ci teniamo un punto. Per migliorare dobbiamo prendere giocatori più forti di quelli che abbiamo. E questo discorso lo devono fare tutti, compresi Perisic, Icardi e Candreva. Possiamo fare nomi: Mkhitaryan, Pastore, Verdi, ci vogliono 30 milioni e non li abbiamo. I giocatori che possono formare la squadra. Diciamo le cose vere. Per questo voglio essere certo di cambiare qualcosa, durante la settimana lavoro al massimo per ottimizzare le cose possibilmente senza rischiare. Sono dei momenti, tutti si risolverà come si è risolto il problema della troppa fortuna. Noi dobbiamo alzare la qualità delle giocate perché abbiamo le possibilità per farlo. "Queste bisogna vederle prima con la mente che con i piedi". Stasera abbiamo fatto circolare piano la palla e questo ci ha creato qualche problema nello sviluppo offensivo dell'azione. "Quando parlo di bravura dei direttori mi riferisco al poter trovare nei movimenti di mercato la situazione da prendere al volo". Nagatomo ha avuto l'influenza. "Uso quelli che ho e non piango". Il guizzo di Mauro l'aveva indirizzata bene la gara e ci sono capitate altre occasioni di far male. Noi dobbiamo pensare a migliorare il nostro atteggiamento in campo a lavorare in maniera corretta, perché anche questo porta dei vantaggi.