Nardò (Lecce), gravissimo episodio di bullismo: arrestati 2 minori

07 Dicembre, 2017, 19:46 | Autore: Luciano Vano
  • Nardò, ragazzino chiuso in bagno e costretto a compiere atti di autoerotismo: fermati due coetanei

Con la forza, lo hanno poi costretto a seguirli in un bagno pubblico in centro, dove il ragazzo è stato prima picchiato poi costretto a compiere atti di autoerotismo, mentre i due lo riprendevano con un telefonino. Le accuse contestate sono di sequestro di persona, violenza sessuale, rapina, pornografia minorile ed estorsione.L'episodio risale alla mattina del 21 novembre.

A Nardò, nella provincia di Lecce, i carabinieri hanno arrestato due minorenni, un ragazzino di diciassette anni e l'altro di quattordici, accusati di aver costretto un altro minore a subire una serie di violenze.

Il video girato nel bagno è stato trasmesso in vari gruppi Whatsapp.

Il filmato è arrivato anche ad un amico della vittima, il quale si è recato dalla madre di quest'ultima, mostrandole il filmato. I carabinieri hanno acquisito i filmati di video sorveglianza delle telecamere poste lungo le vie limitrofe al luogo in cui è avvenuto l'episodio constatando effettivamente l'ingresso e l'uscita dei tre giovani dal suddetto bagno pubblico.

Il giudice per le indagini preliminari, motivando l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti dei due adolescenti arrestati, ha sottolineato la loro "pervicacia" che "ne caratterizza in modo estremamente negativo la personalità descrivendoli come soggetti naturalmente inclini alla prevaricazione dell'altrui dignità e privi di qualsivoglia scrupolo morale". Precedentemente erano stati già oggetto di iniziative di sostegno e di recupero.