Roma, bus turistici a numero chiuso. Comune M5S condanna il settore

06 Dicembre, 2017, 19:45 | Autore: Alighiero Casassa
  • Trasporti Palozzi

All'origine della mobilitazione ci sarebbe, come detto, la delibera d'istituzione delle zone a traffico limitato per i bus e il nuovo regolamento per l'accesso e la circolazione degli autobus turistici che prevede di rendere off-limits il centro per i torpedoni. Immediata la reazione di protesta delle categorie, che venerdì 7 dicembre si riverseranno sulle strade, presidiando il Campidoglio con almeno 60 pullman, annuncia il segretario del sindacato Emet Bus Andrea Genovese: "Contro il provvedimento ricorreremo al Tra un minuto dopo l'approvazione in Assemblea capitolina".

Sono istituite tre zone: A (territorio entro il GRA), B (corrispondente alla Ztl VAM, vedi qui oltre) e C (centro storico). "Il regolamento del 2014 prevedeva abbonamenti annuali irrisori: un operatore pagava fino a 2.300 euro l'anno per entrare in centro ogni giorno quante volte voleva". Con queste nuove regole andiamo a cancellare quest'anomalia.

Praticamente chi usufruiva di questa tariffa, all' incirca 6 euro al giorno, adesso pagherà un titolo giornaliero standard, 180 euro per un veicolo Euro 6 per varcare la Ztl B, senza comunque poter entrare in Centro, o acquisterà i carnet. L'obiettivo dell'amministrazione capitolina, hanno spiegato oggi l'assessore alla mobilità Linda Meleo e il presidente della commissione Trasporti Enrico Stefano, è duplice: "maggiore sostenibilità ambientale" e "tutela del patrimonio storico culturale". "Gli stalli di lunga sosta sono stati inquadrati in aree periferiche in corrispondenza di nodi metro-ferroviari, al fine di favorire l'inter-modalità".

L'attuale ZTL Centro Storico, sarà interdetta ai bus turistici, a eccezione di scolaresche, hotel con un numero di stanze pari o superiore a 40, secondo un limite fissato a 30 mezzi giornalieri. In questo modo il Campidoglio conta di ridurre "drasticamente" il traffico dei bus turistici. All'interno della zona B gli abbonamenti saranno sostituiti dai carnet (ad esempio 50 ingressi costeranno 5.400 euro). Eliminate le due aree di sosta breve (15 minuti) nella ZTL Centro Storico (via del Teatro Marcello e via Milano), così come lo stallo di San Gregorio nell'area del Colosseo.

In generale, diminuiscono le aree sosta che da 26 diventano 18 (si dirà addio a quelle di via di San Gregorio e del Traforo) ma aumentano gli stalli per la sosta media (saranno 53) che durerà 3 ore e non più 2 ore. A differenza del passato, con il nuovo regolamento, l'accesso contingentati nell'area del Vaticano sarà validati tutti i giorni ed anche il transito nell'area intorno al Colosseo richiederà una prenotazione anticipata e dunque sarà limitato. Il motivo è da ricercarsi nel vergognoso provvedimento definito piano pullman.