Corruzione, nei guai il direttore di ARCA Puglia e tre imprenditori

06 Dicembre, 2017, 18:02 | Autore: Alighiero Casassa
  • Bari, tangenti sulle case popolari: arrestati il direttore di Arca Puglia e 2 imprenditori

L'indagine, che coinvolge anche rappresentanti delle forze dell'ordine e funzionari pubblici, ha portato all'arresto del direttore generale Arca Puglia Sabino Lupelli e degli imprenditori Massimo Manchisi e Antonio Lecce, tutti fini agli arresti domiciliari. M. è stata notificata una misura interdittiva.

Gli arresti domiciliari sono stati disposti anche per una cancelliera della procura di Bari, Teresa Antonicelli, e l'avvocato Fabio Mesto, entrambi accusati di compravendita di notizie coperte da segreto istruttorio.

Nel secondo filone d'indagine Lupelli, Mesto e Antonicelli avrebbero rivelato segreti d'ufficio in cambio della promessa di sostituzione tempestiva dell'immobile popolare che occupava con un altro più confortevole. La cancelliera, non sapeva, che i suoi colloqui con il direttore Lupelli e l'avvocato Mesto erano videoregistrate dai finanzieri baresi.

Nella mattinata di oggi militari della Guardia di Finanza - Comando Nucleo Polizia Tributaria di Bari hanno dato esecuzione a separate ordinanze emesse dall' Ufficio G.I.P. del Tribunale di Bari, su richiesta di questa Procura, all'esito di complesse ed articolate attività d' indagine - anche con operazioni tecniche di intercettazione telefonica e ambientale - relative a condotte di corruzione per atti contrari ai doveri d' ufficio, corruzione in atti giudiziari, rivelazione ed utilizzazione di segreti d' ufficio, accesso abusivo ad un sistema informatico.

I presunti appalti truccati riguardano le case popolari e il cantiere della fogna nel quartiere San Girolamo di Bari, le case popolari e lo Casa dello Studente nel rione di Mungivacca, sempre nel capoluogo pugliese.