Carige verso l'aumento di capitale

06 Декабря, 2017, 13:21 | Autore: Sofia Staffieri
  • L’imprenditore Vittorio Malacalza vice presidente di Carige col figlio Mattia

Il perfezionamento della transazione e' previsto entro fine 2017.

Positivo è certamente l'annuncio dato dal Cda di aver selezionatio Chenavari Investment Managers per la trattativa in esclusiva riguardante la cessione della società di credito al consumo Creditis, come pure la cessione al Credito Fondiario di un portafoglio di crediti in sofferenza (Npl) del valore lordo di 1,2 miliardi e della piattaforma di "servicing", in base a termini finanziari migliorativi rispetto a quelli previsti del piano industriale.

La transazione, informa una nota, portera' a circa 2,2 miliardi il totale delle cessioni di crediti in sofferenza realizzate dall'istituto ligure nel secondo semestre dell'anno, a valere sul programma di de-risking incluso nel Piano Industriale, che prevede di raggiungere un totale stock di credito deteriorato pari a circa 3,1 miliardi entro il 2020.

Carige ha inoltre siglato con Credito Fondiario anche un accordo vincolante per la cessione della piattaforma di gestione dei crediti deteriorati e ha sottoscritto un contratto di servicing pluriennale.

Il closing dell'operazione, previsto entro il primo semestre 2018, è soggetto all'approvazione delle Autorità regolamentari.

Parteciperanno alla tranche dell'aumento di capitale anche Assicurazioni Generali, Intesa San Paolo Vita e UnipolSai Assicurazioni, per un controvalore complessivo pari a circa 45 milioni di euro. Nella transazione Banca Carige si è avvalsa dell'assistenza di Bain & Co.in qualità di advisor industriale e di Orrick in qualità di advisor legale. Pertanto la condizione risolutiva di cui all'accordo di prima allocazione sottoscritto in data 21 novembre 2017 con detto operatore non si è avverata.

Il corrispettivo della transazione è pari a 31 milioni di euro.

Le operazioni, visto che specificano meglio quanto riportato nella documentazione relativa all'aumento di capitale che si chiude oggi, comportano la predisposizione di un supplemento al prospetto informativo.