Biotestamento: oggi se ne discute in aula al Senato

06 Dicembre, 2017, 21:06 | Autore: Alighiero Casassa
  • Biotestamento, in aula in Senato: approvato calendario dei lavori, ius soli all'ultimo punto

Le dichiarazioni di voto cominceranno alle 11. Lo ha deciso la conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama, al termine della discussione generale del provvedimento, che aveva impegnato tutta la giornata di oggi, con una serie di interventi di natura ostruzionistica da parte dei senatori contrari al provvedimento. La Lega ne ha ripresentatiti 1.203, mentre Forza Italia 147. Ad opporsi fermamente all'approvazione del ddl è Antonio Poli dell'Udc che rifiuta drasticamente di approvare una legge che conduca ad un'apertura nei confronti dell'eutanasia: "Forse qualcuno pensa che secondo gli italiani la priorità della politica è fare una legge sul biotestamento?". Settantaquattro le proposte di modifica di 'Federazione della Libertà', 28 quelle di Gal, 19 del gruppo Autonomie-Psi-Maie e 7 del Misto. Nessun emendamento invece da parte del M5S e dal Pd che ha messo a punto solo un ordine del giorno. Ora per l'Aula sono 3005, mentre per la commissione erano 2970. La legge sul biotestamento è stata approvata dalla Camera dei Deputati lo scorso aprile con 326 voti favorevoli e dopo molteplici calendarizzazioni in Senato è rimasta praticamente "impantanata" in commissione a causa dell'ostruzionismo di destra e centristi.

Bocciate le pregiudiziali di costituzionalità L'Aula di Palazzo Madama ha respinto in mattinata la pregiudiziale di costituzionalità a Ddl sul biotestamento.

La proposta di legge al vaglio del Senato prevede l'introduzione di "norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento" e in sostanza la possibilità per il paziente di rifiutare determinate terapie mediche. Le Dat, sempre revocabili, risultano inoltre vincolanti per il medico e "in conseguenza di ciò - si afferma - e' esente da responsabilità civile o penale".