Apple, primo accordo con l'Irlanda: "Pronti a pagare 13 miliardi di tasse"

05 Декабря, 2017, 17:37 | Autore: Sofia Staffieri
  • Tim Cook

Il quotidiano scrive che Apple e l'Irlanda hanno trovato un'intesa sulle tasse.

Il Ministro delle Finanze della nazione, in una dichiarazione rilasciata nella giornata di oggi, ha annunciato che il gigante di Cupertino inizierà a versare le tasse nel primo trimestre del 2018, e la cifra è il risultato di un'accurata indagine della Commissione Europea, che aveva messo sotto torchio anche l'Irlanda in quanto avrebbe offerto al produttore dell'iPhone degli incentivi fiscali per evadere le tasse. "Abbiamo raggiunto un accordo con Apple in relazione ai principi per creare un fondo di garanzia", ha detto il ministro irlandese delle finanze. "Ci aspettiamo che il denaro inizi a essere trasferito nel conto da parte di Apple nel corso del primo trimestre del prossimo anno".

Oltre un anno dopo l'ordine Ue, la lentezza di Dublino nel recuperare i fondi ha portato il caso in tribunale.

Apple ha commentato dicendo di avere dedicato "un team per lavorare in modo diligente e veloce con l'Irlanda sul processo richiesto dalla Commissione Ue. Restiamo fiduciosi che la corte ribalterà la decisione della commissione una volta che avrà analizzato tutte le prove". Secondo l'Antitrust europeo, con gli accordi fiscali stretti con Dublino nel 1991 e nel 2007, Apple è passata dal pagare l'1% di tasse sui profitti nel 2003 allo 0,005% nel 2014. "È per questo che la commissione ha deciso di segnalare l'Irlanda alla corte Ue.Speriamo che si possa lavorare in modo costruttivo con le autorità irlandesi per garantire che il recupero sia completato il prima possibile".