Sappada è Friuli, eppure Zaia non esce sconfitto

23 Ноября, 2017, 20:17 | Autore: Adone Liotta
  • Debora Serracchiani

Zaia ha quindi buon gioco a fare del caso Sappada uno "scandalo" e a riproporre nel contenzioso con il governo - senza risparmiare sui decibel, come da tradizione - la sua visione dura-e-pura dell'autonomia veneta presentata come progetto più razionale rispetto all'esodo opportunistico dei singoli Comuni. "Noi siamo rispettosi delle leggi". "Il modello di autonomia per la Lombardia non sarà uguale a quello per l'Emilia né a quello per il Veneto". La vera risposta a questa situazione è dare anche al Veneto una maggiore autonomia.

Il sottosegretario Gianclaudio Bressa, che in Parlamento si era astenuto sul caso Sappada, si è detto d'accordo con Zaia: "La vicenda di Sappada è un'aberrazione. Si rischia di frantumare l'articolo 116 della Costituzione, quello che elenca gli Statuti speciali, allargando il loro territorio, con leggi ordinarie".

"La sentenza ha evidenziato inoltre che l'intervento legislativo si giustifica alla luce del contesto attuale caratterizzato da un progressivo calo delle coperture vaccinali. - sottolinea la vicepresidente della Commissione Affari Sociali - Con questa decisione decadono quindi le richieste poste dalla Regione Veneto, in particolare tutti i dubbi sui presupposti di straordinaria necessità e urgenza del decreto, così come la lesione del diritto individuale alla salute e scontro sulla legittimità dell'intervento dello Stato per l'obbligatorietà e la gratuità di determinate vaccinazioni per i minori".

Accolta, invece, la tesi del deputato bellunese Federico D'Incà, secondo il quale il Veneto ha avuto anni di tempo per esprimere il suo formale parere, e sarebbe stato "un insulto alla democrazia" non concludere l'iter avviato con un referendum popolare nel quale una larga maggioranza di cittadini di Sappada ha chiesto il passaggio al Friuli. La Consulta ha dichiarato non fondate tutte le questioni prospettate nei ricorsi della Regione Veneto sull'obbligo dei vaccini.