MotoGP, Test Valencia - Day1: rinasce la Yamaha

15 Novembre, 2017, 03:27 | Autore: Adone Liotta
  • MotoGP Rossi tutti devono imparare da Dovizioso

Con un Maverick Vinales davanti a tutti nella prima giornata. Marc Marquez, invece, porta la sua HRC in terza posizione e tiene botta ai rivali con la moto 2017, mentre con la 2018 completa solo pochi giri senza ottenere riscontri importanti. Al 2° posto chiude un Johann Zarco a 2 decimi (53 giri) in pista con la M1 2017. Il Dottore è illeso, ma la Yamaha M1 è distrutta. Rossi è partito provando il motore 2018, ma una caduta in curva 10 ha stravolto i piani in casa Yamaha.

Nel pomeriggio è salito in sella alla moto con il motore 2018 totalizzando il secondo tempo di 1'30 " 389. Lo spagnolo è 6° a 567/1000 e precede per poco meno di un decimo Andrea Dovizioso, in 1'30.850 davanti al compagno Lorenzo, 8° a 87/100 dal connazionale e davanti all'altro spagnolo, Pol Espargaro, che pilota la sua KTM al 9° posto con il riferimento di 1'31.166. Dalla classe di mezzo salgono anche Takaaki Nakagami (17° con la LCR Honda Idemitsu) e Xavier Simeon (20° con la Ducati Avintia). "Al 10° posto, a completare l'ordine dei primi 10, Cal Crutchlow, che si ferma a 1" dalla testa, seguito da Dani Pedrosa e da Smith, con la seconda KTM. Tra i rookies poi dobbiamo evidenziare il grande lavoro fatto nella giornata di ieri dal campione della Moto 2 Franco Morbidelli, che rivelatosi anche tra i stakanovisti della pista, ha segnato un ottimo 18^crono a circa due secondi da Vinales. L'aspetto che differenzia maggiormente la nuova soluzione provata da Vinales è che, rispetto alle carene di Ducati e Aprilia, quella montata sulla M1 è molto più schiacciata, quasi orizzontale.