Avvelenamento da tallio, due nuovi casi in Brianza

15 Novembre, 2017, 08:03 | Autore: Alighiero Casassa
  • Avvelenamento da tallio in ospedale altri due parenti dei Del Zotto   
                       
                
         Oggi alle 15:44

Sono marito e moglie: prima lui 83 anni, ricoverato "per problemi respiratori e sintomi riconducibili a sospetta intossicazione da tallio", oggi anche lei, 81enne. Si tratta dei suoceri di Domenico Del Zotto, rispettivamente fratello e figlio delle tre vittime, che vivono a Nova Milanese. Ci vorrà quindi ancora del tempo per mettere la parola fine a questa storia.

Altre due persone - parenti della famiglia Del Zotto - sono state ricoverate all'ospedale di Desio.

Ricoverati in condizioni giudicate stabili, stanno eseguendo la terapia di rito. Dopo le tre vittime dello scorso mese, una coppia di ottantenni è ricoverata per intossicazione da metallo pesante.

La Procura di Monza indaga per omicidio colposo e lesioni contro ignoti e anche la casa friulana della famiglia Del Zotto era finita al centro delle indagini. Nel casale di Varmo, in collaborazione con i militari di Latisana (Udine), l'autorità giudiziaria aveva sequestrato sacchi di patate, zuppe confezionate, filtri dell'aria e campionato la mansarda del casale infestata dai piccioni, sui cui sono stati svolti approfonditi test, tutti risultati al momento negativi.