Casa » Sport

Post Italia-Svezia, Ventura in silenzio. Buffon in lacrime: "Grazie a tutti"

14 Novembre, 2017, 01:07 | Autore: Lucilla Lucia
  • Ventura 'Cambieremo qualcosa'. Buffon 'È l'ora dei fatti'

Il futuro per l'Italia calcistica ci sarà ancora, siamo testardi, caparbi, dopo le brutte cadute siamo pronti a rialzarci.

Sulle scelte: "Fa parte del gioco che all'esterno si parli di varie formazioni e tatticismi, ma quello che conta è quello che sceglie il mister, sia per quel che riguarda i giocatori sia per il modulo". Lacrime di Buffon davanti alle telecamere della Rai: "Spiace soprattutto per la gente, non tanto per me stesso: siamo consapevoli di aver perso l'occasione di disputare un Mondiale che può avere grande importanza anche a livello sociale, dal punto di vista personale ovviamente per me la delusione è quella relativa ad aver lasciato la Nazionale con un'ultima partita ufficiale che coincide con una mancata qualificazione al Mondiale". Questo è l'unico rammarico che ho, non certo quello di finire. "Volevamo cercare di non deludere i bimbi che sognano la Nazionale". Dispiace che l'ultima partita cruciale sia coincisa con una non qualificazione. "Quando ti va male vuol dire che hai delle colpe". Lascio una Nazionale fatta di ragazzi in gamba, giovani che non ci faranno rimpiangere. Abbiamo parlato con Ventura, ognuno ha le proprie emozioni ma ora è dura realizzare quanto accaduto. Grazie al mio Chiello, al mio Barza, al mio Leo e al mio Lele. Da Gigio Donnarumma a Perin agli altri. "Si deve ripartire a testa alta, fieri di essere italiani". "Spero che a livello d'esempio qualcosa possano portarsi dietro". Ci ha pensato Gianluigi Buffon ad omaggiare i rivali applaudendo con forza durante l'inno degli avversari. Lì dove non arriva la tattica (e sulle scelte cervellotiche del ct Ventura ci sarebbe tantissimo da dire), dovrà arrivare il cuore.