Imprenditrice in vacanza col giovane amante sequestrata dai figli

14 Novembre, 2017, 00:21 | Autore: Alighiero Casassa
  • Una veduta di Miramare di Rimini dove la donna era in vacanza

In viale D'Annunzio una pattuglia dell'Arma della Perla Verde si è vista sfrecciare una vettura con una persona di colore appesa alla portiera tra l'abitacolo e l'asfalto.

I carabinieri di Riccione hanno intercettato la donna mentre chiedeva aiuto a bordo dell'auto. La donna, una imprenditrice di 45 anni, era stata caricata con la forza in auto dai figli, meno di un'ora prima, all'uscita di un hotel di Miramare, dove aveva soggiornato con l'uomo, un 34enne del Kenya. Era stata appena sequestrata dai due figli, di 23 e 16 anni, con l'aiuto di un dipendente dell'azienda di famiglia, un uomo di 49. Sui sedili posteriori è stata trovata una donna che, urlando, era bloccata da due uomini che la trattenevano mentre il ragazzo, appeso alla portiera, stava cercando di chiamare le forze dell'ordine.

Si era data alla fuga con il suo amante portandosi dietro anche i soldi della famiglia. La signora, scrive RiminiToday, da oltre un anno aveva abbandonato il tetto coniugale pur rimanendo intestataria delle aziende. Durante la vacanza in Riviera, la 45enne e il nuovo compagno avevano lasciato dei conti in sospeso negli hotel e, i titolari delle strutture ricettive erano risaliti fino alla famiglia della donna.

I figli avevano subito avviato la caccia alla madre e, dopo aver individuato il luogo in cui si nascondeva, avevano deciso di raggiungerla immediatamente con l'aiuto di un dipendente dell'azienda di famiglia. I due ragazzi quindi sono stati arrestati per sequestro di persona.