Terremoto: domani in Umbria il commissario straordinario per la Ricostruzione

13 Ottobre, 2017, 18:40 | Autore: Minervina Schirripa
  • Sisma De Micheli

"Primo, chi è organizzato con una casa mobile, la potrà tenere se rispetta tutti vincoli, paesaggistici e di edificabilità, quindi rinuncia alla casetta e al contributo di autonoma sistemazione". E con ogni probabilità una proroga sulla scadenza del 31 dicembre 2017 fissata per l'ammissione a contributo delle domande di ricostruzione leggera, su cui ci si è già incagliati. Lo ha anticipato il commissario alla Ricostruzione Paola De Micheli venerdì 6 ottobre durante la presentazione di una donazione di 63mila euro di Assofarm (associazione nazionale delle farmacie comunali) all'università di Camerino.

"Per quanto concerne i privati - ha aggiunto - abbiamo attuato un modello di vademecum differenziato che riguarda cittadini, professionisti e uffici speciali per la ricostruzione che permetterà di dare omogeneità di interpretazione delle norme che consentirà ai privati di sentirsi più tranquilli nel presentare le domande". Una volta realizzata la ricostruzione della sua abitazione, la casa mobile sparisce. Quindi eccola a Norcia, alle 14.45, con la visita del centro storico.

Il commissario De Micheli raggiungerà poi i principali centri terremotati.

"Nel cuore di un territorio che sta provando a tornare alla normalità, l'esempio della famiglia Maccari che ha investito per ampliare lo stabilimento produttivo assumendo ulteriore personale è un segno di speranza e di fiducia", ha affermato la De Micheli dove è stata accolta dal fondatore dell'impresa, Gaetano Maccari, dal direttore Federico Maccari e dalle maestranze impegnate nella produzione.

"Il provvedimento prevede due possibilità", spiega. Qui probabilmente la consegna sarà a settembre 2018.

"Se la sua abitazione rispetterà i criteri stabiliti, certo che potrà rientrare a casa sua". Ma c'è da fare il punto nel dettaglio.