Salsicce fresce ritirate dal mercato: contaminazione da salmonella

13 Ottobre, 2017, 22:20 | Autore: Minervina Schirripa

Una nuova allerta alimentare nel nostro Paese, secondo le indicazioni del Ministero della Salute, che ha disposto il ritiro di un lotto di salsicce fresche in filze prodotte dall'azienda Bevanati Claudio & Figli Snc, a Foligno in Provincia di Perugia.

Le salsicce interessate dal provvedimento di richiamo vengono vendute sfuse al dettaglio e sono quelle identificate con il numero di lotto 0510PP.

"L'azienda precisa che "il prodotto, anche se da consumarsi previa accurata cottura come indicato in etichetta, deve essere riconsegnato al punto vendita per motivi di sicurezza alimentare" e non deve essere consumato assolutamente".

Il presidente dello Sportello dei Diritti, Giovanni D'Agata, ha affermato che non si può escludere un pericolo per la salute dell'uomo dopo l'ingerimento dell'alimento. Il motivo è da ritrovare nella possibile presenza di salmonella spp (Salmonella Brandenburg). I batteri appartenenti a questo genere sono responsabili della "salmonellosi", una delle più frequenti malattie a trasmissione alimentare. La gravità dei sintomi varia dai semplici disturbi del tratto gastrointestinale (febbre, dolore addominale, nausea, vomito e diarrea) fino a forme cliniche più gravi (batteriemie o infezioni focali a carico per esempio di ossa e meningi) che si verificano soprattutto in soggetti fragili (anziani, bambini e soggetti con deficit a carico del sistema immunitario).