Casa » Sport

Diritti tv, sequestrata Villa Bianca dell'ex segretario Fifa a Porto Cervo

13 Ottobre, 2017, 14:50 | Autore: Lucilla Lucia
  • Porto Cervo, corruzione per la vendita dei diritti tivù del calcio: sequestrata villa da 7 milioni

Una residenza di lusso turistica a Porto cervo, in Costa Smeralda, "Villa bianca", è stata sequestrata dalla Guardia di finanza nell'ambito dell'inchiesta che vede coinvolti Jerome Valcke, ex segretario generale della Fifa, e il patron del Paris Saint-Germain e della catena di emittenti sportive BeIn Media, Nasser Al-Khelaifi, quest'ultimo indagato per corruzione dalle autorità svizzere nel quadro delle trattative per i diritti televisivi relativi ai campionati mondiali per gli anni 2026-2030.

Il provvedimento, disposto dalla Corte d'appello di Cagliari, riguarda una società e ha come oggetto la compravendita di beni immobili su scala internazionale.

Le indagini della polizia svizzera erano iniziate nel mese di marzo: a seguito di specifica rogatoria, sono state approfondite le ipotesi di amministrazione infedele aggravata, truffa, falsità in documenti e corruzione privata.

Secondo le indagini delle Fiamme Gialle, l'utilizzo della villa sarebbe il "mezzo corruttivo" usato da Nasser Al-Khelaifi (presidente del Paris Saint-Germain, anche lui al centro dello scandalo) per convincere l'ex segretario Fifa a favorirlo nella gara sui diritti tv per i Mondiali. Le Fiamme Gialle hanno eseguito diverse perquisizioni e audizioni di persone riconducibili alla società proprietaria della villa, riscontri finalizzati a quantificare il reale prezzo di vendita di Villa Bianca, operazione che vede coinvolte otto persone fisiche e cinque persone giuridiche.