Toninelli (M5s): fiducia su legge elettorale? È atto eversivo

12 Октября, 2017, 12:53 | Autore: Alighiero Casassa
  • LaPresse

In questo clima la legge elettorale, riveduta e corretta, torna quindi nell'aula di Montecitorio, a quattro mesi dall'incidente sull'emendamento di Micaela Biancofiore, che fece saltare l'accordo tra Pd-Fi-Lega e M5S sul cosiddetto "Tedesco".

Sulle contestazioni nei suoi confronti, Di Battista ha sottolineato: "Io vado sempre in piazza quando ho qualcosa da dire, non ho paura di nulla, sono gli altri che non ci vanno". "Mettere la fiducia sulla legge elettorale a pochi giorni dallo scioglimento delle Camere - scrive su Facebook il coordinatore nazionale, Roberto Speranza - è oltre i limiti della democrazia". "Per la seconda volta un governo vuole blindare una legge elettorale vietando il dibattito in Aula". Ma subito è scattata la protesta con il Movimento 5 Stelle che parla di "atto eversivo" e Mdp che chiede l'intervento del Colle. Una legge che toglie la sovranità ai cittadini di scegliere i propri eletti viene approvata togliendo la sovranità al Parlamento. "Il tutto con la complicità di Lega e Forza Italia che, sulla carta, sono all'opposizione, ma che fanno parte di questo grande e vergognoso inciucio contro i cittadini".

Il governo accoglie la richiesta del Pd di apporre la fiducia sul Rosatellum bis. Così Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera. "In quella sede ogni gruppo politico ha avuto l'opportunità di approfondire le questioni più delicate e di proporre modifiche al testo base presentato dal relatore Fiano". Due si voteranno mercoledì, la terza giovedì.