Cara Delevingne: le rivelazioni shock su Harvey Weinstein

12 Ottobre, 2017, 12:50 | Autore: Adone Liotta
  • Cara Delevingne accusa Harvey Weinstein il terribile racconto su Instagram

La 25enne racconta sui social per filo e per segno i tentati abusi messi in atto da Harvey Weinstein nei suoi confronti.

Passano le ore e sempre più star hollywoodiane si fanno avanti contro Harvey Weinstein, il noto produttore cinematografico accusato di molestie. A confermare il comportamento di uno dei boss di Hollywood sono arrivate le dichiarazioni di Angelina Jolie e Gwyneth Paltrow, che hanno confermato di essere state molestate quando erano agli inizi della loro carriera.

"Quando ho iniziato a lavorare come attrice, ho ricevuto una chiamata da Harvey Weinstein in cui mi chiedeva se avessi fatto sesso con qualcuna delle donne con cui mi fotografavano i media". Non ho risposto a nessuna delle sue domande e mi sono sbrigata ad attaccare il telefono, ma prima che potessi farlo, mi disse che se ero gay o se decidevo di farmi vedere con una donna in pubblico, non mi avrebbero mai offerto il ruolo di una donna etero e non sarei mai diventata un'attrice a Hollywood.

"Un anno o due più tardi sono andata a un appuntamento con lui e un altro direttore nella lobby di un hotel, per discutere di un nuovo film in arrivo". Non appena siamo rimasti soli ha iniziato a parlare di tutte le attrici con cui è andato a letto e come lui abbia costruito la loro carriera. Ho prontamente rifiutato e ho chiesto alla sua assistente se la mia macchina fosse pronta. Lei ha risposto di no e che non sarà pronta per un po' e che dovrei andare in camera con lui. "Mi sentii impotente e impaurita, ma non volevo comportarmi in quel modo, sperando di sbagliarmi sulla situazione". Cara Delevingne forse credeva che quella brutta esperienza si fosse conclusa lì ma purtroppo così non è stato, perché tempo dopo Harvey Weinstein è tornato all'attacco.

"Mi portò in una stanza, c'era un'altra donna". Ci ha chiesto di baciarci e lei ha iniziato ad avvicinarsi a lui in maniera ammiccante. Mi sono destata immediatamente e gli ho chiesto se era a conoscenza del fatto che sapevo cantare. E ho iniziato a cantare... pensavo che avrebbe migliorato la situazione... più professionale... come un'audizione... ero così nervosa. Dopo che la bolla è esplosa, Weinstein è stato licenziato dalla compagnia cinematografica indipendente di cui è co-fondatore. Mi ha accompagnata alla porta e si è messo di fronte a me cercando di baciarmi sulla bocca.

Cara ha poi rivelato di aver mantenuto il silenzio perché "si sentiva terribilmente in colpa", e per non fare del male ad altre persone, in primis la famiglia di Weinstein. E a corredare la sua storia un'immagine che parla chiaro: "Non vergognarti della tua storia, ispirerà altre".