Asia Argento accusa di stupro Harvey Weinstein, i fatti risalgono al 1997

12 Ottobre, 2017, 15:22 | Autore: Adone Liotta
  • Asia Argento su Harvey Weinstein

Si trovava a Cannes in occasione del party della Miramax, la società cofondata da Weinstein. Durante la serata Weinstein l'aveva accolta e portata al piano di sopra, ma non c'era in realtà nessuna festa, solo una stanza d'albergo vuota.

Asia Argento nel mirino di Vladimir Luxuria e Selvaggia Lucarelli. Poi è andato in bagno e è ritornato con addosso solo una vestaglia e con una bottiglia di crema per il corpo in mano. Weinstein chiese alla ragazza di farle un massaggio nelle parti intime ma lei rifiutò, così l'uomo la forzò a subire del sesso orale. Weinstein è stato licenziato dalla Weinstein Company, gli studios da lui stesso fondati e resi i più celebri del grande schermo a stelle e strisce, costretti a far fuori il produttore perchè travolti da uno scandalo che rischia di distruggere per sempre la loro reputazione. Pare che l'Argento sia stata abusata dal produttore e non sarebbe riuscita a dire di no, poiché si sentiva debole e in pericolo di fronte all'uomo. E proprio rispetto a quel film, Asia rivela che in quella pellicola descriveva la violenza subita, nei minimi particolari. "Ma non l'ho fatto e ho pensato fosse colpa mia". Perché se fossi stata una donna forte, gli avrei tirato un calcio nelle palle e sarei scappata via. Ma non l'ho fatto. La Luxuria risponde, a questo punto, di stimare molto Asia, ma non è affatto d'accordo con ciò che dice.

In particolare, la giornalista e scrittrice si scaglia contro l'attrice italiana, colpevole di aver lavorato con Weinstein anche dopo gli abusi e di averne parlato solo a 20 anni di distanza. La regista ed attrice le ha risposto fulminea che evidentemente non è mai stata violentata, e che tale sua espressione l'ha decisamente delusa. Da lì iniziò quello che lei stessa definisce "un vero incubo". "Meno legittimo", ha scritto la Lucarelli dopo aver riportato uno stralcio dell'intervista della Argento al New Yorker in cui ammette di aver poi frequentato per anni il produttore dopo la violenza, avendo con lui anche rapporti consensuali. Il produttore Weinstein le avrebbe fatto violenza quando aveva 20 anni.

La Argento risponde incredula a Luxuria, ma l'ex parlamentare insiste dicendo che anche lei ha ricevuto "proposte non forzate" ma con un semplice NO è riuscita ad evitare le molestie.