Armi e un milione di euro falsi Incensurato arrestato ad Adelfia

12 Ottobre, 2017, 20:50 | Autore: Alighiero Casassa
  • Aveva un milione di euro falsi nel trolley arrestato

Secondo le prime informazioni, il ritrovamento aprirebbe nuovi scenari riguardo alle fonti di guadagno della criminalità organizzata. I soldi, con molta probabilità, potrebbero essere stati stampati in Campania, anche se gli investigatori non escludono che, ormai, stamperie di livello possano essere state create anche in Puglia. L'uomo arrestato, come accertato dalla polizia, sarebbe imparentato con esponenti di spicco dei clan del quartiere di Bari Japigia e sarebbe stato usato come una 'cupa vivente', cioè come un "nascondiglio" dei clan.

Lì viveva con la compagna (che non è indagata) e i bambini, lontano dai servizi di monitoraggio del territorio delle forze dell'ordine e lontano soprattutto dal quartiere Japigia, a Bari, dopo i recenti fatti di sangue. Ma anche dieci pistole semiautomatiche modificate, due silenziatori e 679 cartucce di vario calibro. "Il denaro era di ottima fattura - ha spiegato il dirigente della squadra mobile Annino Gargano - e se immesso sul mercato avrebbe provocato gravi danni al commercio".

Circa un milione di euro di banconote false, in tagli da 50 o 20, nascoste in un trolley. I poliziotti entrati in casa dell'uomo hanno trovato una trolley pieno di banconote. Soldi che poi vengono rivenduti per essere piazzati sul mercato all'incirca alla metà del valore unitario della banconota. Secondo gli inquirenti si parla di 200mila euro potenziale di danno. Va sottolineata la qualità del sequestro'. Mentre saranno compiute indagini approfondite sul numero dei lotti dei proiettili.