Silvi, spaccio e consumo di stupefacenti: i carabinieri "chiudono" un bar

09 Ottobre, 2017, 20:13 | Autore: Sofia Staffieri

Nella sera di sabato 7 ottobre, i Carabinieri del Comando Stazione di Silvi Marina hanno dato esecuzione alla ordinanza di chiusura del "Bar Iguana" emessa dal G.I.P. di Teramo Dott. Sostanze che venivano vendute nelle adiacenze del locale, e nell'attigua piazza Dei Pini, alla luce del sole, da parte di due pusher noti alle forze dell'ordine.

L'attività di monitoraggio compiuta anche con l'ausilio di strumenti tecnici, ha permesso di riscontrare una fortissima attività di spaccio di D.A. e di M.L. entrambi poco più che ventenni, i quali nascondevano lo stupefacenti nei cespugli intorno al bar per poi cederla ai vari acquirenti.

Con questa motivazione la magistratura ha accolto la richiesta di interdizione all'attività commerciale, con l'aggravante che quello che accadeva all'interno del locale avveniva anche in presenza di bambini. Nei suoi confronti viene ipotizzato il reato di agevolazione all'uso di sostanza stupefacenti, che prevede anche la possibilità di emettere una misura interdittiva (ossia la chiusura del locale) in attesa dello sviluppo delle indagini e del processo.

Nella misura sono inoltre state individuate anche le responsabilità penali dei giovani per il reato di spaccio continuato in concorso.

Il locale resterà chiuso fino a nuova decisione del gip.