Casa » Sport

E' un super Napoli, Jorginho svela il segreto: "E' cambiata la mentalità"

25 Settembre, 2017, 17:24 | Autore: Lucilla Lucia
  • Champions Juve-Olympiakos quote diretta streaming formazioni

La prima a scendere in campo già domani sarà il Napoli, che affronterà in casa il Feyenoord.

La formazione di Sarri è reduce in campionato da una vittoria sofferta contro la Spal a Ferrara (2-3). Nessuno di voi ha messo in luce il terreno di gioco.

FALSO NOVE- "Faremo delle prove ma non prendiamoci in giro".

Sarri e il numero di squadre in Serie A: "Bisogna trovare tempo per lavorare, va riformato il calendario e serve un periodo dell'anno per le nazionali". Ora comincio a capire perché gli allenatori parlano solo di mercato e non di lavoro: "il lavoro a questi livelli non esiste più".

Sarri sulla crisi del Feyenoord: "Nell'ultima partita, nonostante la sconfitta, hanno giocato bene". Non lo capisco. E' una squadra che quando attacca è pericolosissima, domani sera ci darà delle problematiche. Spero in una grande mano da parte del San Paolo.

Le parole del tecnico: "Zapata e Pavoletti via?" In ogni caso è ipocrisia far fare 70 partite all'anno e poi bloccare le liste UEFA, era inutile avere più giocatori se poi non li puoi utilizzare. Avevamo due giocatori per ruolo, allora dovrebbero diventare 33 calciatori.

Jorginho, nella consueta conferenza stampa che precede la partita, ha spiegato: "Ci ha fatto dispiacere l'infortunio di Milik, purtroppo è successo". Lo stesso accadrebbe con Icardi e Higuain se si dovessero fare male. Non credo di aver raggiunto il massimo, penso che abbia ancora dei margini di miglioramento. Così ci viene negata questa opportunità. Bisognerà trovare una soluzione alternativa con quello che abbiamo senza piangerci addosso. "Però un punto di riferimento ce l'abbiamo". Lui per gestire alla e attacco profondità ci dà garanzie. "E' molto istintivo, però ha le caratteristiche per essere una bella rottura". Ma è un rischio farlo in questo momento della stagione. Quarta partita in dieci giorni per Hamsik e compagni, che proveranno ad archiviare positivamente un mese di settembre con tutte luci ed una sola ombra dal punto di vista dei risultati, mentre per le prestazioni si attenderà un altro tipo di brillantezza fisica. "Più che pensare all'avversario dobbiamo pensare a noi stessi". Sta facendo benissimo. Si è trovato in una situazione difficilissima con cinque nostri e sette loro in barriera. Non fa testo visto che hanno preso due gol in sei minuti.