Caos Spesometro 2017, fuori uso il sito dell'Agenzia delle Entrate

25 Settembre, 2017, 18:49 | Autore: Sofia Staffieri
  • Lo spesometro va in tilt: on line i dati di tutti i contribuenti. La protesta dei commercialisti

La scadenza fissata per giovedì 28 settembre è alle porte e l'impraticabilità della piattaforma innesca l'inevitabile protesta dei commercialisti che chiedono con insistenza una proroga. Le associazioni nazionali dei commercialisti hanno inviato una lettera al viceministro all'Economia Luigi Casero e al direttore dell'Agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini per denunciare "la situazione di grave difficoltà che persiste a pochi giorni dalla scadenza del 28 settembre che segna il debutto del nuovo spesometro". Secondo quanto ItaliaOggi può anticipare, è in corso una riunione dei vertici del ministero e dell'Agenzia per trovare la soluzione in una nuova proroga. Per questo l'interruzione del servizio che permette ai professionisti e agli intermediari abilitati l'invio telematico dei dati delle fatture emesse e ricevute, il cosiddetto Spesometro 2017, ha creato allarme e agitazione nel mondo dei tributaristi. "E' evidente che tutto cio' impedisce ai commercialisti di ottemperare con professionalita' e accuratezza agli adempimenti introdotti".

Lo spesometro va in tilt: on line i dati di tutti i contribuenti. La protesta dei commercialisti

I commercialisti hanno chiesto in particolare "la possibilità di considerare l'adempimento in scadenza come un invio sperimentale, senza che siano previste sanzioni per eventuali ritardi o non conformità, poiché tutti causati dall'inadeguatezza del sistema messo a disposizione dall'Agenzia. E, dunque - concludono - invitiamo le Amministrazioni in indirizzo ad aderire con immediatezza alla formulata richiesta di incontro". "Riteniamo che le recenti vicende possano indurre nella categoria lo stato d'animo che porto' lo scorso anno alla decisione di proclamazione dello sciopero".