Ryanair non esclude altre cancellazioni di voli. Indagini dei Pm

23 Settembre, 2017, 23:31 | Autore: Sofia Staffieri
  • Ryanair, duemila voli cancellati. Il Codacons denuncia la compagnia aerea di Dublino

Il presidente del Codacons Carlo Rienzi ha spiegato che "ora la magistratura dovrà chiarire quando Ryanair abbia avuto consapevolezza delle difficoltà organizzative con i voli, se vi siano stati ritardi nella decisione di disporre le cancellazioni, se la compagnia stia rispettando la normativa sui risarcimenti ed eventuali ipotesi penalmente rilevanti".

Ma il Codacons non ci sta e, con un esposto presentato alle Procure della Repubblica di Roma, Bergamo, Bari e Cagliari, denuncia Ryanair per i disagi enormi e danni economici non indifferenti causati dalle cancellazioni dei voli.

Ryanair non esclude di annullare altri voli.

Intanto l'Enac ha appena ricevuto da Ryanair la comunicazione sull'impossibilità del vettore a partecipare alla riunione convocata dall'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile, a "causa degli impegni correlati alla gestione delle recenti cancellazioni e alla tutela dei diritti dei passeggeri".

Lo ha detto l'amministratore delegato della compagnia low cost, l'irlandese Michael O'Leary (nella foto in apertura) secondo quanto riporta l'agenzia Bloomberg.

Crescono le proteste dei passeggeri contro la compagnia aerea Ryanair che da venerdì scorso fino alla fine di ottobre ha inaspettatamente cancellato 50 voli al giorno per un totale di 2.000 voli, coinvolgendo ben 400 mila viaggiatori. L'ultimatum scade alle 10 di venerdi' 22 febbraio. È quanto preannuncia la stampa belga che ha preso visione di una lettera dei rappresentanti dei piloti delle 17 basi europee della compagnia aerea, incluse quelle di Zaventem e Charleroi.

L'Antitrust ha aperto un procedimento istruttoria nei confronti di Ryanair "per presunte pratiche commerciali scorrette in violazione del Codice del Consumo".

La compagnia inoltre stima che le richieste di rimborso arriveranno fino a 20 milioni di euro, ha detto ancora O'Leary in conference call con gli analisti, precisando che non c'è una carenza di piloti e annunciando che introdurrà un bonus fedeltà per i piloti per non lasciar scappare gli equipaggi. La compagnia ha promesso un bonus di 12.000 euro ai piloti e di 6.000 euro ai co-piloti che resteranno fino a fine ottobre 2018. Perché le cancellazioni sarebbero in gran parte riconducibili a ragioni organizzative e gestionali già note, quindi non a cause occasionali ed esogene al di fuori del suo controllo, causando notevoli disagi ai consumatori che avevano da tempo programmato i propri spostamenti e già prenotato e pagato il relativo biglietto aereo. A cio' si aggiunge un secondo profilo di contestazione, riguardante il tenore e le modalita' delle informazioni con le quali Ryanair ha informato i passeggeri della cancellazione dei voli e ha loro prospettato le possibili soluzioni (rimborso o modifica biglietto), che "potrebbero essere idonei a indurre in errore i consumatori circa l'esistenza e quindi l'esercizio del loro diritto alla compensazione pecuniaria previsto dal Reg. CE 261/04 proprio in caso di cancellazione dei voli".