Def, Pil rivisto al rialzo a +1,5% nel 2017

23 Settembre, 2017, 16:03 | Autore: Sofia Staffieri
  • Def, Istat anticipa a Tesoro dati su conti nazionali in vista di Cdm ...

Il deficit nel prossimo anno viene portato all'1,6%. "I dati per il 2o15 evidenziano l'abbattimento del debito-pil di qualche decimale, nel 2017 nei dati che ancora non tengono conto dell'Istat noi prevediamo un abbattimento del debito che scende nel 2017 anche tenendo conto delle somme messe a disposizione per il sistema bancario".

"Il Consiglio dei Ministri ha approvato la nota di aggiornamento del Def. L'aggiornamento è positivo".Così il premier Gentiloni, al termine della riunione. La "legge di bilancio non sarà depressiva, non sarà un freno alla tendenza positiva", aggiunge.

Quanto ai numeri, li ha illustrati il ministro del Tesoro Pier Carlo Padoan. Un obiettivo che dipende comunque dalle intese politiche, visto che il Parlamento dovrà dare il via libera al nuovo piano di rientro e non è detto che al Senato si raggiunga la maggioranza assoluta necessaria per approvare la relazione che accompagnerà la Nota di aggiornamento al Def con cui si chiede l'ok allo scostamento dal programma di primavera.

Il debito sarà al 131,6% quest'anno e al 129,9% rispetto al Pil nel 2018.

"Per il 2017 la crescita del Pil è rivista all'1,5%, e ci sentiamo di confermare questo dato anche nel 2018 e 2019", è la dichiarazione del ministro nella conferenza stampa tenutasi a margine del cdm. "Non è il momento di sperperare". "Un discreto grado di ottimismo è giustificato".

"Un lavoro - continua il presidente del consiglio - che deve continuare sia sul lato del controllo della spesa pubblica che delle riforme".

L'operazione di aggiornamento serve a tracciare i confini della manovra, e delle misure che potrà contenere la legge di Bilancio che va approvata entro il 20 ottobre.