Casa » Sport

Ricciardo, le Red Bull possono vincere

17 Settembre, 2017, 04:38 | Autore: Lucilla Lucia
  • Formula 1 Gran Premio di Singapore- La gara

Questi riscontri, infatti, sono tutt'altro che realistici: nel caso del finlandese, quando era appena entrato in pista con le Pirelli ultrasoft nuove (nella simulazione di qualifica) si è trovato le bandiere gialle dovute al testacoda di Romain Grosjean e poi ha un po' perso il ritmo, offuscato anche da una certa difficoltà nel mandare bene le gomme davanti a regime.

Insomma, domani si preannuncia una gara fantastica, sperando che Vettel conquisti la quinta vittoria in stagione per andare di nuovo in testa alla classifica del mondiale piloti; dall'altra parte c'è Verstappen che vuole ritornare competitivo dopo un periodo di crisi e dopo aver conquistato solo un podio, in Cina; oggi ha ottenuto il secondo tempo in qualifica, l'ultima volta che è partito dalla prima fila è stata lo scorso anno in Belgio. Un sogno sfumato a causa di Sebastian Vettel: "E' un peccato non aver fatto la pole - ha detto l'olandese della Red Bull - L'ultimo giro non è stato perfetto, sono dispiaciuto, avrei potuto fare meglio".

Vettel tocca le barriere, Red Bull sugli scudi. Beh, fino ad un certo punto. Insomma, in questo puzzle del mercato piloti rimasto bloccato per il prossimo anno ma già molto fluido nell'ottica della stagione successiva, mettere insieme queste tesserine risulta fin troppo logico e facile. Dietro di loro le due Mercedes con Lewis Hamilton capace di prendersi il terzo tempo e Bottas a inseguirlo. Si prospetta una bella lotta con Daniel Ricciardo nel corso delle qualifiche di domani.

Più tranquillo del compagno, Max Verstappen ha fallito per poco la possibilità di diventare il primo teenager a conquistare una pole position. Si conferma una pista adatta alla McLaren: le due monoposto inglesi hanno concluso la prima sessione in ottava e undicesima posizione con Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne.