Lega, Salvini: "I giudici ci hanno ripulito le tasche, ma resisteremo"

17 Settembre, 2017, 14:48 | Autore: Alighiero Casassa
  • Guarda il video

Visitando gazebo e stringendo mani, Salvini si è presentato indossando una felpa blu con la scritta "Salvini premier", lo slogan che più di ogni altro quest'anno si è sentito riecheggiare a Pontida, dove è aperta a che la campagna per il Sì ai referendum per l'autonomia di Lombardia e Veneto.

Roma, 17 set. (askanews) - "L'anno prossimo saremo a Pontida con una Lega e un centrodestra al governo, con l'Italia che riparte nel nome del lavoro della sicurezza e soprattuto della democrazia. Non può mettere il bavaglio a un milione di militanti", ha poi arringato il leader dal palco. "Andremo avanti anche senza soldi e chiederemo aiuto agli italiani", ha affermato.

Maroni, mi spiace per Bossi, lui è Pontida - "Questo mi spiace, perché Pontida è Bossi". Per la prima volta nella storia di Pontida non parlerà, ha annunciato la Lega nei giorni scorsi. "Mi dispiace che Bossi non parlerà a Pontida perché Pontida è Bossi". Fino alla doccia fredda di mercoledì, quando i vertici del Carroccio hanno comunicato il blocco di alcuni conti correnti riconducibili al Movimento, deciso a scopo cautelativo dai giudici di Genova come conseguenza della condanna di Umberto Bossi e l'ex tesoriere Francesco Belsito. "La Lega - ha aggiunto - ha una voce sola". Nessuna certezza, dunque, sul fatto che il regolamento si modificherà per davvero, estendendo la possibilità di parcheggiare nelle strisce rosa anche alle donne extracomunitarie e lesbiche. Di certo l'attuale segretario intende ricevere da Pontida un mandato pieno. L'altra grande novità, infatti, è che per la prima volta il Carroccio lascerà il palco del "sacro pratone" all'intervento di un esponente politico di un partito diverso dalla Lega: il governatore, Giovanni Toti, di Forza Italia. Poi incalza, ricorda che "l'ultimo governo eletto dai cittadini" è caduto anche per motivazioni simili e chiede a chi affolla il prato di Pontida un giuramento. Ma non ha voluto chiarire quali azioni clamorose annuncerà domani dal palco.

La scelta su Salvini è stata decisa da tempo, per lanciare la leadership del segretario federale in vista delle elezioni Politiche del 2018, come già accaduto per esempio al comizio di Ferragosto a Ponte di Legno.