Torino, droga. Blitz dei Cc, 17 arresti

16 Settembre, 2017, 00:04 | Autore: Alighiero Casassa
  • Torino smantellato il

Una sorta di 'porto franco'. Uno stabile di Porta Palazzo, in via Lanino, occupato abusivamente da famiglie di extracomunitari, era diventato il quartier generale di una banda di spacciatori, tutti di origine maghrebina. A smantellare l'organizzazione sono stati i carabinieri al termine di un'indagine che si è conclusa con la notifica di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di 17 persone (14 marocchini e 3 italiani) e un divieto di dimora a 3 marocchini. L'inchiesta ha permesso di sequestrare 24 chili di droga, tra hashish, marijuana, eroina e cocaina, e 11000 euro in contanti.

La droga arrivava dal Marocco attraversando la Spagna, la Francia e la frontiera a Ventimiglia. Tra i compratori, studenti, operai e professionisti. "Quello della droga è un mercato che non sembra andare in crisi - ha commentato il comandante provinciale Emanuele De Santis - Il nostro obiettivo è colpire le centrali di spaccio". Il motivo? La donna, arrestata, è stata sorpresa dai militari ad acquistare un quantitativo davvero rilevante di hashish, ben 4 chili. Il "fortino dei pusher" era situato in via Lanino, a due passi da piazza della Repubblica.

Delle vedette lo controllavano 24 ore su 24 e, al suo interno, la droga veniva raffinata, preparata e smerciata a pusher di tutto il Piemonte.

La vecchietta si recava nel capoluogo piemontese per rifornirsi di stupefacenti da rivendere poi nella sua città.