Casa » Sport

Milan, la conferenza di Montella LIVE

16 Settembre, 2017, 22:07 | Autore: Lucilla Lucia
  • Milan-Udinese 2-1 Montella

Questa mattina il tecnico dell'Udinese, Luigi Delneri, è intervenuto in conferenza stampa per parlare del prossimo match di campionato. "Siamo una realtà con delle idee ben precise e le difenderemo a spada tratta fino a prova contraria". Se non c'è Bonucci ci sarà un altro in quel ruolo, ma noi dovremo essere bravi a correre nel modo giusto. "Dovremo trarre giusti stimoli da questo match, ma non per andare a mettere in vetrina il singolo, ma per mettere in mostra l'intera squadra, l'Udinese". "Queste sono le partite che ci diranno dove potremo arrivare". C'è un percorso tecnico tattico per arrivare alla vittoria, e poi ce n'è uno di testa: "mi piacerebbe vincere qualche partita sporca, con la fame, con l'agonismo".

Su Bonucci: "La storia di Bonucci dimostri che sia abile a giocare con la difesa a tre o quattro". Ricordo gare di grandissimo livello, anche in Champions, con la Juventus che giocava a quattro in difesa.

Su Romagnoli: "Nella difesa a tre credo sia importante avere un mancino, possa fare la differenza".

Se da una parte si accontenta un giocatore, dall'altra si scontenta Suso, che è l'interesse perfetto per il 4-3-3, la sue incursioni sulla destra sono letali, ed ora Montella deve trovare un posto allo spagnolo, che per quello che si vede in campo è fondamentale, magari utilizzando un più consono 3-4-3. "Non è da escludere un attaccante".

Dopo la sconfitta con la Lazio, cosa è rimasto? È bello avere qualche dubbio di formazione, qualcuno ha già dimenticato Cutrone. "Si dà troppa importanza al modulo, dipende molto pure dai compagni di reparto". Poi sul doppio impegno casalingo: "Serve la stessa fame di Vienna, vogliamo 6 punti". Non tutte le gare puoi vincerle con la tecnica. Come ambiente, come mondo Milan abbiamo bisogno di portare il Milan in alto. "E' un giocatore di grande talento e disponibilità". Mentalmente non si ferma durante la partita e questo è positivo. In campo ci sono dei ruoli in cui si spende di più.

Su Andrè Silva va in panchina: "La squadra ieri non l'ho provata, i giocatori non possono averla detta". Suso? E' un calciatore importantissimo e può giocare in svariati moduli. "La turnazione ci sarà e coinvolgerà tutti, ma non è detto che sia una cosa negativa nel tempo".