La legge sullo Ius soli sparisce dal calendario lavori del Senato

12 Settembre, 2017, 19:05 | Autore: Alighiero Casassa
  • Ius soli, sit-in a Roma

È quanto emerso dalla conferenza dei capigruppo di palazzo Madama.

Nessuna traccia della legge sullo Ius soli nel calendario del mese di settembre dell'aula del Senato. Il capogruppo dem Luigi Zanda, pur ribadendo la volontà del suo partito di proseguire l'iter per l'approvazione del provvedimento ha dovuto accettare la realtà: sullo ius soli non c'è maggioranza. Zanda (Pd) spiega: "Approvare lo Ius soli rimane l'obiettivo prioritario ed essenziale", ma "serve una maggioranza e in questo momento non c'è perché anche i gruppi che lo hanno votato alla Camera non mostrano di volerlo votare al Senato". Zanda confida, comunque, che "che il lavoro politico che si puo' fare nei prossimi giorni e nelle prossima settimane possa portarci a una soluzione positiva del problema" e insiste sul fatto che "noi non vogliamo solo dire che vogliamo lo ius soli, noi lo vogliamo approvare e per questo è necessario ci siano i voti".

Esulta Gian Marco Centinaio, capogruppo della Lega Nord al Senato. "Per fortuna lo ius soli è sparito dai radar dell'agenda parlamentare". VITTORIA (per ora!) - ilberto1974: RT @The_Joker_IT: IUS SOLI AFFOSATO AL SENATO AHAHAHAH! E poi, "Pericolo scampato, ma restiamo vigili e pronti alle barricate perché questo Paese ha bisogno di tutto tranne che di regalare la cittadinanza agli immigrati". "Ne prendiamo atto positivamente", ha detto il senatore Maurizio Gasparri, "noi ci auguriamo che non ci saranno neanche in futuro". Su quella legge non c'è consenso in Senato come non c'è nel Paese: "la maggioranza degli italiani non vuole la riforma della cittadinanza sostenuta dalla sinistra", si legge in una nota il senatore di Fi, Andrea Mandelli.