Casa » Sport

Fiorentina, Pioli: "Ho una squadra giovane e ambiziosa"

19 Agosto, 2017, 17:29 | Autore: Lucilla Lucia
  • Stefano Pioli allenatore Fiorentina

"Il modulo? Dentro un sistema di gioco si deve tenere in considerazione anche delle posizioni che si modificano in base alle qualità dei giocatori e degli avversari ".

Tanti i volti nuovi che si sono vestiti di viola, un lavoro in più per Pioli: "Solo Pezzella è un po' indietro - ha rivelato il tecnico - perché ha fatto solo un allenamento con noi, ma sta bene fisicamente". Il passato è alle spalle e quello che mi interessa è solo questo campionato. "Sono curioso di vedere i risultati che ci darà il nostro lavoro".

L'ex allenatore di Inter e Lazio si è poi concentrato sui singoli e sui neoarrivati, pronti a dare una mano alla causa: "Simeone?". Siamo ripartiti da tre elementi: giocatori di talento e prospettiva, motivati e desiderosi di vestire questa maglia. Ora bisognerà dimostrare sul campo, sarà il campo a dire se la squadra sarà all'altezza. "Quasi tutte le squadre italiane hanno fatto un grande precampionato, loro hanno vinto sempre a testimonianza del materiale tecnico a disposizione". Partiamo 11 contro 11 e da 0-0.

La gara di San Siro metterà di fronte tanti ex a partire da Pioli, che ha guidato i nerazzurri da novembre 2016 fino all'esonero dello scorso maggio, passando per Borja Valero e Vecino, sbarcati alla Pinetina in estate (anche Benassi e Biraghi nelle fila dei viola ndr). "Certo, i comportamenti dovevano esseri altri ma qualcosa non è andato". Le prime due giornate di campionato avranno delle incognite per tutte e per noi anche qualcosina in più. Simeone è carico e voglioso, ha entusiasmo così come tutti i nuovi. Sono convinto che abbiamo fatto un ottimo lavoro e che presto ne raccoglieremo i frutti.

Sarà questo il primo campionato di A col VAR. " Avevo un po' di titubanze prima della riunione con Rosetti - ha detto Pioli - E' stato molto chiaro e le norme sono molto semplici. "Il livello della nostra prestazione dovrà essere di spessore, per portare a casa un risultato positivo".

La situazione riguardo Kalinic non è si è ancora risolta, ma Pioli fa un appunto al giocatore che sta per andare al Milan: "Prima risolviamo la situazione meglio è". Il gioco dovrà essere fluido, per gli arbitri potrà essere un sostegno importante, gli errori gravi potrebbero scomparire.