Casa » Sport

Juventus-Cagliari, Allegri: "Concentrazione alta, analogie con il 2015"

18 Agosto, 2017, 15:32 | Autore: Lucilla Lucia
  • Juventus cosa salvare dalla debacle con la Lazio

Questa festa, però, avvicina nuovamente il popolo bianconero all'essenza vera della juventinità. Le avversarie si sono rinforzate e noi dobbiamo trovare stimoli nuovi. La Juve parte sempre per vincere, è assodato da oltre 100 anni. L'asticella si alza e il margine di errore si assottiglia, quindi ci vuole molta calma ed equilibrio. Domani abbiamo la prima di campionato, che è sempre una incognita. "Potremo fare una grande Champions solo se affronteremo il campionato nel migliore dei modi, lavoriamo su questo". Non bisogna essere superficiali e presuntuosi. Deve confermarsi in Italia - dice Allegri - e soprattutto in Europa. Il tecnico dei bianconeri ha voluto subito esprimere il proprio pensiero di cordoglio per le vittime dell'attentato di Barcellona: "Il primo pensiero va alle vittime di Barcellona". Sarà il nostro obiettivo, quest'anno, sbagliare il meno possibile. I più in forma sono quelli fisicamente più leggeri. La partita di domenica ci ha tolto sicuramente un pochino di fiducia e dobbiamo tornare a vincere. "Quest'anno il campionato sarà più equilibrato, ci sono 5-6 squadre in corsa per vincerlo e probabilmente la media scudetto si abbasserà". L'insidia è affrontare la stagione con un po' di presunzione, la curiosità è vedere che rosa avrò a fine mercato. "Sono due cose che vanno avanti di pari passo". Sono contrario che il mercato venga chiuso il 31 agosto.

Tutto pronto per l'inizio del campionato italiano. Anche per i giocatori.

Ha qualità importanti e ha bisogno di un percorso per tornare a fare quello che sa fare.

"Ci sono delle analogie tra il post finale di Cardiff e il post finale di Berlino". Ho trovato analogie con il campionato di due anni fa, quando ci fu una brutta partenza dopo la sconfitta in finale di Champions. "Solo così può migliorarsi".

"La VAR? Vedremo cosa comporterà, sono molto curioso".