Casa » Sport

Inter, si riapre la pista Keita. L'agente: "La Lazio pagherà le conseguenze"

17 Agosto, 2017, 13:57 | Autore: Lucilla Lucia
  • Keita-Lazio altra puntata

Nella giornata di ieri Keita non si è presentato alla seduta di allenamento pomeridiana a Formello.

Intanto il giocatore ha saltato il primo allenamento post-Supercoppa: diserzione a Formello in vista della prima di campionato domenica sera contro la Spal.

La situazione è piuttosto intricata e complessa, anche perché Lotito non ha alcuna intenzione di fare passi avanti verso la Juventus, che rimane alla finestra in attesa di sviluppi. "Il giocatore, finora, ha sempre detto no. Se ha un club di suo gradimento va bene, però questo deve portare una proposta pari non dico alla più elevata delle altre, ma almeno alla più bassa", dice il patron biancoceleste. Parliamo di un giocatore di 22 anni, l'età giusta per cominciare a raccogliere i frutti del suo talento.

Che Lotito sia un osso duro è risaputo, ma Calenda non ci sta: "Keita ha potuto mostrarsi più che altro in scampoli di partite, e tuttavia è risultato decisivo tante volte". Vuole essere ceduto per affrontare una nuova avventura.

Non accetteremo nessun tipo di pressione e ci attiveremo presso tutte le autorità competenti in caso di illeciti da parte della Lazio. Con la società il dialogo è difficile. Tempo fa abbiamo chiesto un incontro ma non siamo mai stati convocati. È uno stile di relazioni a cui non sono abituato. "Il ragazzo ci è rimasto molto male e ora la società ne paga le conseguenze" conclude l'agente del senegalese. Non è stato lasciato in panca per scelta tattica dell'allenatore in quella partita, come può accadere: non è stato proprio convocato, il che è un segnale molto brutto per un giocatore che ha fatto quel che ha fatto per la Lazio e che, nonostante tutto, si era fatto trovare perfettamente pronto per quella partita.

Futuro? Noi non abbiamo ricevuto da parte della Lazio proposte di cessione: l'unico interessamento del quale siamo a conoscenza è quello del Milan.