Terremoto Centro-Italia, sindaci in rivolta. Errani: "Manterremo gli impegni presi"

16 Agosto, 2017, 18:37 | Autore: Minervina Schirripa
  • Dall'Irpef ai rimborsi. Il sistema di incentivi per non ripetere gli errori del passato

"Sono mesi che qui non si poteva camminare, questa è una rimozione mirata, a uso e consumo del premier e delle telecamere al seguito.Tornate tra dieci giorni, vedrete che qui saremo di nuovo abbandonati, manco le rondini in cielo ci saranno", con queste parole Antonio, un abitante di Arquata, riassume la situazione nel piccolo paesino un anno dopo il drammatico terremoto. Pirozzi, in questa partita a scacchi con il Governo cominciata con la lettura del bando pubblicato dal Ministero dello Sviluppo economico, è aiutato dal suo vicesindaco, Patrizia Catenacci, che mette a disposizione l'esperienza di dirigente pubblico proprio al Mise. Ci avevano promesso l' esenzione dai contributi e dalle tasse per le imprese per due anni. "E questo non va bene". E ancora: "Io avevo detto che la zona urbana franca doveva essere appannaggio soltanto dei 55 comuni che hanno una zona rossa (ovvero con case distrutte dal sisma), invece l'hanno allargata a tutti, perché poi la civiltà dei clientes parte dall'Antica Roma.". "Con Pirozzi - che è persona seria che merita nostro supporto e sostegno, come con gli altri Sindaci di zone terremotate". Io ho telefonato dicendo: non mi prendete in giro, vi faccio la guerra. Mi auguro che si siano sbagliati, è uno scippo. "Se vanno via tutti puoi resistere un anno, ma se poi al secondo anno devi arrenderti, a questo punto le casette non servono più". E in questo senso dare "il segnale della rimozione delle macerie è indispensabile". In particolare, nelle ultime ore, i venti della polemica si sono alzati sull'argomento tasse: "Sull'esenzione da tasse e contributi - aveva spiegato al 'Messaggero' il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi - ci hanno preso in giro. Nella legge è tutto chiaro, ma se ci sono cose da aggiustare le aggiustiamo". Gentiloni atterrera' sull'elisuperficie di Arquata alle 17, poi, secondo il programma reso noto dal sindaco Aleandro Petrucci, visitera' il secondo 'villaggio' di Sae nella frazione di Piedilama, dove sono state consegnate 16 casette. "Per quello che riguarda la zona franca, il governo ha assicurato che, per i prossimi due anni, entro i 'de minimis' tutte le imprese non pagheranno né tasse né contributi", ha detto Errani in una intervista al Corriere parlando appunto degli interventi per le zone devastate dal terremoto dell'agosto e dell'ottobre dello scorso anno. Che però sono esplose anche ieri, nella giornata della visita del premier Paolo Gentiloni ad Arquata del Tronto.

Il numero delle vittime è stato particolarmente alto perché i territori colpiti, che d'inverno sono abitati da un modesto numero di residenti, erano in quel momento nel pieno della stagione turistica. "Gli impegni presi dal governo saranno confermati". "I morti vengono a commemorarli da noi, un occhio di riguardo in più ci voleva".