Verona, Caceres si presenta: "Sono pronto già per l'Avellino"

13 Agosto, 2017, 15:18 | Autore: Alighiero Casassa
  • Novellino

Altro dato importante riguarda la campagna abbonamenti che ha chiuso la terza settimana di vendita libera ragiungendo quota 11.097 tifosi.

Se il pronostico pende sicuramente dalla parte dell'Hellas, che oltre al fattore campo possono contare su una rosa qualitativamente superiore, il messaggio per i gialloblu è chiaro: l'avversario tiene molto a questa competizione e nella passata stagione aveva già messo in difficoltà il Verona (si ricorda la sconfitta per 2-0 al Partenio nel girone di ritorno).

"Voglio ringraziare la società, il mio procuratore e tutti coloro che hanno lavorato per farmi tornare in Italia". Ora però pensiamo solo alla prossima sfida, contro l'Avellino, ci teniamo a fare bene per passare il turno.

"Ho trovato un gruppo solido, forte, che si allena con grande dedizione e con calciatori del calibro di Cerci e Pazzini". Mi ha sorpreso la grande intensità che trasmette in ogni seduta di allenamento e in ogni esercizio: è simile ad Antonio Conte. Sarà un campionato difficile, sono qui per dare il massimo ed aiutare il Verona a raggiungere il suo obiettivo, la salvezza. Per i bianco-verdi, che si sono presentati con una formazione per certi aspetti molto differente rispetto a quella che ha concluso la scorsa stagione, il gol del capitano Angelo D'Angelo è bastato ad infrangere i sogni dei lucani, che si sono fatti valere giocando una gara più che sufficiente. Con il mister sono subito andato d'accordo, ad entrambi piace vincere. Il mio ruolo? Lo deciderà l'allenatore, posso giocare in qualsiasi posizione della difesa. In campo già con l'Avellino? In casa scaligera Pecchia si affiderà a Cerci e Pazzini in attacco affiancato da Verde mentre a centrocampo le chiavi saranno affidate a Bruno Zuculini.